Architettura di transizione. ImPrintig 3D

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

L’impatto dell'uso ormai esteso del computer e delle tecnologie digitali nella pratica dell'architettura ha generato soprattutto nuovi linguaggi formali, così come dimostrato dal paradigma estetico della forma variabile che ha caratterizzato le sperimentazioni architettoniche dell'ultimo decennio. Qui si vuole mostrare in maniera esplicita la scomparsa dell’avanguardia trasgressiva del digitale principalmente a favore di un semplice stile formale che si rivela attraverso l’emergere di forme complesse costituita da oggetti scultorei stampati in 3D, fuori scala e fuori contesto. Proprio in questi ultimi anni lo sviluppo dei metodi di costruzione additiva per la produzione di modelli fisici a partire da quelli informatici ha comportato un ritorno dal dominio digitale a quello materiale. Una nuova “materialità digitale” associata alla stampa 3D consente di estendere l'immaginario della scena architettonica contemporanea consolidando il forte rapporto tra ricerca, innovazione.
Lingua originaleItalian
Numero di pagine4
RivistaSICILIA INFORMA
Volume6
Stato di pubblicazionePublished - 2017

Cita questo