Archeologia resiliente. Il progetto di architettura e la (ri)configurazione del paesaggio antico in Sicilia

    Risultato della ricerca: Articlepeer review

    Abstract

    Incipit: Il tema della conservazione e valorizzazione dell’immenso patrimonio storico, artistico e ambientale siciliano costituisce il più importante ambito di riflessione per il progetto di architettura nell’Isola. Inevitabilmente, vi fanno da sfondo le questioni disciplinari e culturali che l’assunzione di un’interpretazione progettuale critica comporta, quale principale responsabile delle alterazioni e rige nerazioni dell’identità dei luoghi, siano essi di pregio ambientale, di valenza paesaggistica o d’inestimabile entità archeologica. Se nei primi due casi il progetto di architettura risulta oggi pressoché “interdetto”, in ragione dei vincoli normativi che restringono largamente o escludono del tutto il suo campo d’azione, riguardo ai siti archeologici, qualunque sia la loro peculiare natura, accade che l’intervento di architettura sia chiamato a esprimersi piuttosto con urgenza ed estrema sensibilità, per permettere, da un lato, la comprensione e la fruizione del bene archeologico, dall’altro, il ripristino delle relazioni perdute o latenti intessute dallo stesso bene con il proprio contesto, entrambi certamente mutati nel tempo.
    Lingua originaleItalian
    pagine (da-a)53-63
    Numero di pagine11
    RivistaPALEOKASTRO
    Volume7
    Stato di pubblicazionePublished - 2016

    Cita questo