Animali da compagnia e separazione dei coniugi

Risultato della ricerca: Articlepeer review

Abstract

Il commento affronta il tema della tutela giuridica degli animali di affezione che da tempo è oggetto di particolare attenzione nella letteratura, non soltanto giuridica, e nel dibattito legislativo, dove da anni si discute dell’introduzione nel codice civile di specifiche norme dirette a regolare l’affido degli animali familiari in caso di separazione dei coniugi. L’Autrice, pur non condividendo la sollecitazione a riconoscere la soggettività giuridica agli animali, giudicandola una soluzione inidonea a risolvere la c.d. questione animale, a partire dalla loro considerazione quali esseri senzienti, dotati di intelligenza, capacità percettive e bisogni affettivi, ritiene che debba essere (ri)pensato e attuato uno statuto giuridico in grado di promuovere il loro benessere e di proteggerli da aggressioni esterne, nell’individuazione di soluzioni, a volte radicalmente alternative rispetto alle attuali, da ricercare anche facendo ricorso, ove opportuno, ma non solo, a paradigmi e strumenti del diritto delle persone.
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)780-788
Numero di pagine9
RivistaLA NUOVA GIURISPRUDENZA CIVILE COMMENTATA
Stato di pubblicazionePublished - 2019

Cita questo