Abstract

L'opera, ascrivibile alla tipologia cosiddetta "a pigna", è da riferire a orafo siciliano della fine del XVIII secolo
Lingua originaleItalian
Numero di pagine1
Stato di pubblicazionePublished - 2011

Cita questo