Analisi integrata tramite XRF e LIBS per lo studio dei materiali pittorici

Risultato della ricerca: Other

Abstract

Lo studio dei materiali pittorici è uno degli obiettivi primari per la caratterizzazione storico- artistica delle opere d’arte poiché fornisce informazioni utili circa i materiali originali e di degrado, la tecnica di esecuzione ed eventuali interventi di restauro pregressi. Tuttavia, la complessità delle indagini archeometriche è legata alla necessità di garantire la salvaguardia del bene culturale che rende essenziale l’uso di tecniche di indagini non o micro invasive. Tra le metodologie d’indagine integrata, l’uso della fluorescenza a raggi X (XRF) e della spettroscopia mediante ablazione laser (LIBS) risponde a tale esigenza e risulta particolarmente utile per la complementarietà delle informazioni fornite sia in termini composizionali che di spessori indagati.Infatti, a differenza dell’analisi XRF, la LIBS non solo permette l’identificazione degli elementi chimici con basso numero atomico ma, attraverso impulsi laser consecutivi sullo stesso punto campione, consente anche di realizzare profili di profondità. In tal modo è possibile ottenere informazioni sulle differenze composizionali tra la superficie ed il materiale di bulk e, dunque, ricostruire la successione stratigrafica caratteristica del campione.Seguendo tale approccio metodologico, sono state condotte analisi XRF e LIBS, sia su frammenti di pitture murali provenienti da diversi siti, sia su stesure campione realizzate in laboratorio con differenti tecniche pittoriche. In particolare, mediante l’analisi LIBS è stato possibile analizzare la stratigrafia dalla superficie degli strati pittorici fino allo strato di preparazione. I risultati hanno permesso di valutare le potenzialità, in campo archeometrico, della tecnica LIBS, rispetto alle tecniche spettroscopiche convenzionali.
Lingua originaleItalian
Pagine78-
Numero di pagine1
Stato di pubblicazionePublished - 2011

Cita questo