Analisi biomolecolare di ceppi di Canine Distemper Virus (CDV) in furetti domestici (Mustela putorius furo)

    Risultato della ricerca: Otherpeer review

    Abstract

    L’agente eziologico del cimurro (CDV) appartiene alla famiglia Paramyxoviridae, genere Morbillivirus ed è causa di una patologia infettiva e contagiosa in canidi, mustelidi e procionidi. Gli Autori, descrivono un caso clinico di cimurro in due furetti domestici vaccinati con un ceppo Onderstepoort avianizzato. e la caratterizzazione biomolecolare del CDV isolato. I furetti presentavano un quadro clinico caratterizzato da dermatite pruriginosa e squamo-purulenta, alla regione del mento, peri-labiale, peri-vulvare ed al condotto uditivo esterno. I soggetti venivano a morte tre settimane dopo l’esordio dei sintomi. I campioni di croste prelevati sono stati sottoposti ad estrazione degli acidi nucleici ed analizzati mediante RT-PCR per CDV. E’ stata effettuata l’analisi con enzimi di restrizione (RFLP-PCR) di conferma, per discriminare i ceppi vaccinali dai ceppi di campo. I prodotti di amplificazione sono stati purificati e sottoposti a sequenziamento. Le sequenze di 1823 nt del gene H del CDV sono state comparate mediante Clustal X con analoghe sequenze di ceppi di campo e ceppi vaccinali disponibili su GeneBank. Sulla base dei dati ottenuti le sequenze sono risultate appartenenti al lineage Europa, ben segregato dal lineage America-1, che raccoglie i principali ceppi vaccinali avianizzati, e differente dal cluster dei ceppi Rockborn-like. Il sequenziamento ha confermato il risultato ottenuto con la RFLP-PCR e la mancanza di relazione con il ceppo vaccinale inoculato. Le due sequenze ottenute, presentando un’omologia nucleotidica elevata per ceppi isolati da cani in Italia, sono risultate differenti dal lineage Wildlife. Nel furetto l’infezione da cimurro ha un esito fatale quasi nel 100% dei casi e viene controllata attraverso l’uso di vaccini. Questo lavoro rappresenta un contributo alla esigua disponibilità bibliografica in merito alle infezioni da CDV nei mustelidi ed implementa i dati disponibili sui ceppi virali circolanti. Il metodo diagnostico descritto rappresenta un sistema rapido e sensibile per la diagnosi dell’infezione da cimurro.
    Lingua originaleItalian
    Numero di pagine1
    Stato di pubblicazionePublished - 2011

    Cita questo