ALTERAZIONI PRECLINICHE CAROTIDEE E PATTERN PRESSORI IN UNA POPOLAZIONE DI BAMBINI E ADOLESCENTI CON DIABETE MELLITO DI TIPO 1: STUDIO PRELIMINARE

Roppolo, R.; Florio, A.; Cardella, F.

Risultato della ricerca: Paper

Abstract

OBIETTIVI Il diabete mellito tipo 1 (DMT1) è caratterizzato da un’ elevata mortalità per cardiovasculopatie e l’ipertensione contribuisce signifi cativamente allo sviluppo e progressione del processo aterosclerotico. Scopo di questo studio è quello di valutare, in bambini e adolescenti con DMT1, la prevalenza di anomalie dei pattern pressori rilevati dal monitoraggio ambulatoriale 24h della pressione arteriosa (ABPM) e di alterazioni morfologiche precliniche carotidee. METODI I soggetti affetti da DMT1, in trattamento insulinico multiiniettivo, normoalbuminurici e con durata di malattia > di 2 anni, sono stati reclutati tra quelli afferenti alla U.O.S. di Diabetologia Pediatrica della U.O.C. Clinica Pediatrica di Palermo. L’ABPM è stato effettuato mediante registratore oscillometrico validato. Lo spessore miointimale carotideo (cIMT) è stato determinato attraverso esame Eco-color-Doppler dei tronchi sovraortici (TSA) RISULTATI Dei 56 soggetti arruolati (26 maschi, età media 14,2 ± 2,8 anni; durata media di malattia 6,1 ± 3,6 anni) il 60% dei soggetti, presentava valori di cIMT > del 95 percentile per l’età e il 62% > del 95 percentile per l’altezza. La valutazione clinica della pressione arteriosa (PA), ha evidenziato valori tensivi compatibili con ipertensione e preipertensione rispettivamente nell’11% e nel 7% dei soggetti. Tra i 24 soggetti sottoposti ad ABPM, l’82% mostrava alterazioni del profi lo circadiano della PA: il 75% aveva un pattern non dipping, (riduzione PAS media notturna <10% rispetto alla media diurna) e l’8% presentava un inverted dipper (PAS media notturna > PAS media diurna). Dall’analisi comparata dei dati ottenuti dell’ABPM e dalla misurazione della PA “clinica”, è emerso che il 42% dei soggetti erano normotesi, il 29%, aveva un’ ipertensione mascherata, il 21% presentava un’ ipertensione notturna e l’8% aveva un’ipertensione da camice bianco CONCLUSIONI risultati preliminari del nostro studio hanno evidenziato, nei bambini e negli adolescenti con DMT1, un’ elevata prevalenza di elevati valori di cIMT e di anomalie dei profi li pressori all’ABPM con signifi cato clinico rilevante, in quanto forti predittori di forme di ipertensione sostenuta e di eventi cardiovascolari sottolineando l’importanza dell’utilizzo di strumenti affi dabili e poco invasivi, come l’ABPM e la valutazione ecografi ca dei TSA, nella valutazione del rischio cardiovascolare nella popolazione pediatrica con DMT1.
Lingua originaleItalian
Stato di pubblicazionePublished - 2017

Cita questo

@conference{03d3627e309c438f9a2d4d8aed753fef,
title = "ALTERAZIONI PRECLINICHE CAROTIDEE E PATTERN PRESSORI IN UNA POPOLAZIONE DI BAMBINI E ADOLESCENTI CON DIABETE MELLITO DI TIPO 1: STUDIO PRELIMINARE",
abstract = "OBIETTIVI Il diabete mellito tipo 1 (DMT1) {\`e} caratterizzato da un’ elevata mortalit{\`a} per cardiovasculopatie e l’ipertensione contribuisce signifi cativamente allo sviluppo e progressione del processo aterosclerotico. Scopo di questo studio {\`e} quello di valutare, in bambini e adolescenti con DMT1, la prevalenza di anomalie dei pattern pressori rilevati dal monitoraggio ambulatoriale 24h della pressione arteriosa (ABPM) e di alterazioni morfologiche precliniche carotidee. METODI I soggetti affetti da DMT1, in trattamento insulinico multiiniettivo, normoalbuminurici e con durata di malattia > di 2 anni, sono stati reclutati tra quelli afferenti alla U.O.S. di Diabetologia Pediatrica della U.O.C. Clinica Pediatrica di Palermo. L’ABPM {\`e} stato effettuato mediante registratore oscillometrico validato. Lo spessore miointimale carotideo (cIMT) {\`e} stato determinato attraverso esame Eco-color-Doppler dei tronchi sovraortici (TSA) RISULTATI Dei 56 soggetti arruolati (26 maschi, et{\`a} media 14,2 ± 2,8 anni; durata media di malattia 6,1 ± 3,6 anni) il 60{\%} dei soggetti, presentava valori di cIMT > del 95 percentile per l’et{\`a} e il 62{\%} > del 95 percentile per l’altezza. La valutazione clinica della pressione arteriosa (PA), ha evidenziato valori tensivi compatibili con ipertensione e preipertensione rispettivamente nell’11{\%} e nel 7{\%} dei soggetti. Tra i 24 soggetti sottoposti ad ABPM, l’82{\%} mostrava alterazioni del profi lo circadiano della PA: il 75{\%} aveva un pattern non dipping, (riduzione PAS media notturna <10{\%} rispetto alla media diurna) e l’8{\%} presentava un inverted dipper (PAS media notturna > PAS media diurna). Dall’analisi comparata dei dati ottenuti dell’ABPM e dalla misurazione della PA “clinica”, {\`e} emerso che il 42{\%} dei soggetti erano normotesi, il 29{\%}, aveva un’ ipertensione mascherata, il 21{\%} presentava un’ ipertensione notturna e l’8{\%} aveva un’ipertensione da camice bianco CONCLUSIONI risultati preliminari del nostro studio hanno evidenziato, nei bambini e negli adolescenti con DMT1, un’ elevata prevalenza di elevati valori di cIMT e di anomalie dei profi li pressori all’ABPM con signifi cato clinico rilevante, in quanto forti predittori di forme di ipertensione sostenuta e di eventi cardiovascolari sottolineando l’importanza dell’utilizzo di strumenti affi dabili e poco invasivi, come l’ABPM e la valutazione ecografi ca dei TSA, nella valutazione del rischio cardiovascolare nella popolazione pediatrica con DMT1.",
author = "{Roppolo, R.; Florio, A.; Cardella, F.} and Giovanni Corsello and Giuseppe Mule' and Giusyelisa Galione and Oriana Bologna and Castiglione, {Maria Cristina} and Tranchida, {Anna Maria} and Luca Alessi",
year = "2017",
language = "Italian",

}

TY - CONF

T1 - ALTERAZIONI PRECLINICHE CAROTIDEE E PATTERN PRESSORI IN UNA POPOLAZIONE DI BAMBINI E ADOLESCENTI CON DIABETE MELLITO DI TIPO 1: STUDIO PRELIMINARE

AU - Roppolo, R.; Florio, A.; Cardella, F.

AU - Corsello, Giovanni

AU - Mule', Giuseppe

AU - Galione, Giusyelisa

AU - Bologna, Oriana

AU - Castiglione, Maria Cristina

AU - Tranchida, Anna Maria

AU - Alessi, Luca

PY - 2017

Y1 - 2017

N2 - OBIETTIVI Il diabete mellito tipo 1 (DMT1) è caratterizzato da un’ elevata mortalità per cardiovasculopatie e l’ipertensione contribuisce signifi cativamente allo sviluppo e progressione del processo aterosclerotico. Scopo di questo studio è quello di valutare, in bambini e adolescenti con DMT1, la prevalenza di anomalie dei pattern pressori rilevati dal monitoraggio ambulatoriale 24h della pressione arteriosa (ABPM) e di alterazioni morfologiche precliniche carotidee. METODI I soggetti affetti da DMT1, in trattamento insulinico multiiniettivo, normoalbuminurici e con durata di malattia > di 2 anni, sono stati reclutati tra quelli afferenti alla U.O.S. di Diabetologia Pediatrica della U.O.C. Clinica Pediatrica di Palermo. L’ABPM è stato effettuato mediante registratore oscillometrico validato. Lo spessore miointimale carotideo (cIMT) è stato determinato attraverso esame Eco-color-Doppler dei tronchi sovraortici (TSA) RISULTATI Dei 56 soggetti arruolati (26 maschi, età media 14,2 ± 2,8 anni; durata media di malattia 6,1 ± 3,6 anni) il 60% dei soggetti, presentava valori di cIMT > del 95 percentile per l’età e il 62% > del 95 percentile per l’altezza. La valutazione clinica della pressione arteriosa (PA), ha evidenziato valori tensivi compatibili con ipertensione e preipertensione rispettivamente nell’11% e nel 7% dei soggetti. Tra i 24 soggetti sottoposti ad ABPM, l’82% mostrava alterazioni del profi lo circadiano della PA: il 75% aveva un pattern non dipping, (riduzione PAS media notturna <10% rispetto alla media diurna) e l’8% presentava un inverted dipper (PAS media notturna > PAS media diurna). Dall’analisi comparata dei dati ottenuti dell’ABPM e dalla misurazione della PA “clinica”, è emerso che il 42% dei soggetti erano normotesi, il 29%, aveva un’ ipertensione mascherata, il 21% presentava un’ ipertensione notturna e l’8% aveva un’ipertensione da camice bianco CONCLUSIONI risultati preliminari del nostro studio hanno evidenziato, nei bambini e negli adolescenti con DMT1, un’ elevata prevalenza di elevati valori di cIMT e di anomalie dei profi li pressori all’ABPM con signifi cato clinico rilevante, in quanto forti predittori di forme di ipertensione sostenuta e di eventi cardiovascolari sottolineando l’importanza dell’utilizzo di strumenti affi dabili e poco invasivi, come l’ABPM e la valutazione ecografi ca dei TSA, nella valutazione del rischio cardiovascolare nella popolazione pediatrica con DMT1.

AB - OBIETTIVI Il diabete mellito tipo 1 (DMT1) è caratterizzato da un’ elevata mortalità per cardiovasculopatie e l’ipertensione contribuisce signifi cativamente allo sviluppo e progressione del processo aterosclerotico. Scopo di questo studio è quello di valutare, in bambini e adolescenti con DMT1, la prevalenza di anomalie dei pattern pressori rilevati dal monitoraggio ambulatoriale 24h della pressione arteriosa (ABPM) e di alterazioni morfologiche precliniche carotidee. METODI I soggetti affetti da DMT1, in trattamento insulinico multiiniettivo, normoalbuminurici e con durata di malattia > di 2 anni, sono stati reclutati tra quelli afferenti alla U.O.S. di Diabetologia Pediatrica della U.O.C. Clinica Pediatrica di Palermo. L’ABPM è stato effettuato mediante registratore oscillometrico validato. Lo spessore miointimale carotideo (cIMT) è stato determinato attraverso esame Eco-color-Doppler dei tronchi sovraortici (TSA) RISULTATI Dei 56 soggetti arruolati (26 maschi, età media 14,2 ± 2,8 anni; durata media di malattia 6,1 ± 3,6 anni) il 60% dei soggetti, presentava valori di cIMT > del 95 percentile per l’età e il 62% > del 95 percentile per l’altezza. La valutazione clinica della pressione arteriosa (PA), ha evidenziato valori tensivi compatibili con ipertensione e preipertensione rispettivamente nell’11% e nel 7% dei soggetti. Tra i 24 soggetti sottoposti ad ABPM, l’82% mostrava alterazioni del profi lo circadiano della PA: il 75% aveva un pattern non dipping, (riduzione PAS media notturna <10% rispetto alla media diurna) e l’8% presentava un inverted dipper (PAS media notturna > PAS media diurna). Dall’analisi comparata dei dati ottenuti dell’ABPM e dalla misurazione della PA “clinica”, è emerso che il 42% dei soggetti erano normotesi, il 29%, aveva un’ ipertensione mascherata, il 21% presentava un’ ipertensione notturna e l’8% aveva un’ipertensione da camice bianco CONCLUSIONI risultati preliminari del nostro studio hanno evidenziato, nei bambini e negli adolescenti con DMT1, un’ elevata prevalenza di elevati valori di cIMT e di anomalie dei profi li pressori all’ABPM con signifi cato clinico rilevante, in quanto forti predittori di forme di ipertensione sostenuta e di eventi cardiovascolari sottolineando l’importanza dell’utilizzo di strumenti affi dabili e poco invasivi, come l’ABPM e la valutazione ecografi ca dei TSA, nella valutazione del rischio cardiovascolare nella popolazione pediatrica con DMT1.

UR - http://hdl.handle.net/10447/334493

UR - http://www.siedp.it/files/ATTIDELXXICONGRESSONAZIONALESIEDP.pdf

M3 - Paper

ER -