Alcuni disegni e incisioni di architettura e ornato al tempo dei Serpotta

Risultato della ricerca: Other chapter contribution

Abstract

Gli elaborati presentati - e schedati in questa occasione - sono il risultato di una selezione riferita a disegni e incisioni di architettura e ornato che testimoniano l’ambiente culturale e professionale di Palermo entro cui si svolge anche l’attività dei Serpotta. Molti di questi grafici appartengono al corpus di Giacomo Amato custodito a Palazzo Abatellis. Si tratta di un nucleo di fogli sciolti ma inseriti all’interno dei sei volumi miscellanei composti da Amato e per la cui redazione hanno occasionalmente collaborato i pittori Antonino Grano e Pietro Aquila. Affiancano questa serie grafica il noto volume dei Disegni di vari altari e cappelle … (Roma 1690-1691), con le sue pregiate tavole incise (schede 83-84), e alcuni significativi esemplari di provenienza internazionale che hanno registrato un successo editoriale anche in Sicilia. In particolare queste incisioni, per il linguaggio, per l’integrazione tra architettura e decorazione e, in generale, per l’unità delle arti che in esse risulta celebrata, sono diventate fonti di ispirazione per gli artisti citati, orientandone il gusto e l’operato verso direttrici comuni.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteSerpotta e il suo tempo
Pagine286-291
Numero di pagine6
Stato di pubblicazionePublished - 2017

Cita questo

Alcuni disegni e incisioni di architettura e ornato al tempo dei Serpotta. / Sutera, Domenica.

Serpotta e il suo tempo. 2017. pag. 286-291.

Risultato della ricerca: Other chapter contribution

@inbook{fba47f6713354543ae084c091b887ceb,
title = "Alcuni disegni e incisioni di architettura e ornato al tempo dei Serpotta",
abstract = "Gli elaborati presentati - e schedati in questa occasione - sono il risultato di una selezione riferita a disegni e incisioni di architettura e ornato che testimoniano l’ambiente culturale e professionale di Palermo entro cui si svolge anche l’attivit{\`a} dei Serpotta. Molti di questi grafici appartengono al corpus di Giacomo Amato custodito a Palazzo Abatellis. Si tratta di un nucleo di fogli sciolti ma inseriti all’interno dei sei volumi miscellanei composti da Amato e per la cui redazione hanno occasionalmente collaborato i pittori Antonino Grano e Pietro Aquila. Affiancano questa serie grafica il noto volume dei Disegni di vari altari e cappelle … (Roma 1690-1691), con le sue pregiate tavole incise (schede 83-84), e alcuni significativi esemplari di provenienza internazionale che hanno registrato un successo editoriale anche in Sicilia. In particolare queste incisioni, per il linguaggio, per l’integrazione tra architettura e decorazione e, in generale, per l’unit{\`a} delle arti che in esse risulta celebrata, sono diventate fonti di ispirazione per gli artisti citati, orientandone il gusto e l’operato verso direttrici comuni.",
author = "Domenica Sutera",
year = "2017",
language = "Italian",
isbn = "9788836637249",
pages = "286--291",
booktitle = "Serpotta e il suo tempo",

}

TY - CHAP

T1 - Alcuni disegni e incisioni di architettura e ornato al tempo dei Serpotta

AU - Sutera, Domenica

PY - 2017

Y1 - 2017

N2 - Gli elaborati presentati - e schedati in questa occasione - sono il risultato di una selezione riferita a disegni e incisioni di architettura e ornato che testimoniano l’ambiente culturale e professionale di Palermo entro cui si svolge anche l’attività dei Serpotta. Molti di questi grafici appartengono al corpus di Giacomo Amato custodito a Palazzo Abatellis. Si tratta di un nucleo di fogli sciolti ma inseriti all’interno dei sei volumi miscellanei composti da Amato e per la cui redazione hanno occasionalmente collaborato i pittori Antonino Grano e Pietro Aquila. Affiancano questa serie grafica il noto volume dei Disegni di vari altari e cappelle … (Roma 1690-1691), con le sue pregiate tavole incise (schede 83-84), e alcuni significativi esemplari di provenienza internazionale che hanno registrato un successo editoriale anche in Sicilia. In particolare queste incisioni, per il linguaggio, per l’integrazione tra architettura e decorazione e, in generale, per l’unità delle arti che in esse risulta celebrata, sono diventate fonti di ispirazione per gli artisti citati, orientandone il gusto e l’operato verso direttrici comuni.

AB - Gli elaborati presentati - e schedati in questa occasione - sono il risultato di una selezione riferita a disegni e incisioni di architettura e ornato che testimoniano l’ambiente culturale e professionale di Palermo entro cui si svolge anche l’attività dei Serpotta. Molti di questi grafici appartengono al corpus di Giacomo Amato custodito a Palazzo Abatellis. Si tratta di un nucleo di fogli sciolti ma inseriti all’interno dei sei volumi miscellanei composti da Amato e per la cui redazione hanno occasionalmente collaborato i pittori Antonino Grano e Pietro Aquila. Affiancano questa serie grafica il noto volume dei Disegni di vari altari e cappelle … (Roma 1690-1691), con le sue pregiate tavole incise (schede 83-84), e alcuni significativi esemplari di provenienza internazionale che hanno registrato un successo editoriale anche in Sicilia. In particolare queste incisioni, per il linguaggio, per l’integrazione tra architettura e decorazione e, in generale, per l’unità delle arti che in esse risulta celebrata, sono diventate fonti di ispirazione per gli artisti citati, orientandone il gusto e l’operato verso direttrici comuni.

UR - http://hdl.handle.net/10447/254512

M3 - Other chapter contribution

SN - 9788836637249

SP - 286

EP - 291

BT - Serpotta e il suo tempo

ER -