A proposito di fenomenologia, il racconto di una casa

    Risultato della ricerca: Articlepeer review

    Abstract

    [...] Se il dominio della narrazione e il flusso della musica possono dirsi compiuti quando conseguono, di là dal piano della pagina, una terza dimensione – reale benché effimera – data dal tempo dell’ascolto o dell’esecuzione sonora, lo spazio già tridimensionale dell’architettura può dirsi realmente “eseguito” solo nella quarta dimensione, data dall’uomo, dai suoi movimenti e i suoi stati d’animo che plasmano, istante dopo istante, la consistenza materiale di quello stesso spazio, essendone a loro volta influenzati.
    Lingua originaleItalian
    pagine (da-a)26-28
    Numero di pagine3
    RivistaE.JOURNAL
    Volume18
    Stato di pubblicazionePublished - 2015

    Cita questo