“Risalire” sui luoghi del mito. Il Pilone di Capo Peloro nel territorio dello Stretto di Messina

Risultato della ricerca: Chapter

Abstract

Le grandi opere di ingegneria spesso suscitano interesse ed attenzione per ilrapporto che instaurano con i luoghi, una qualche competizione tra la grandiositàdell’ambiente naturale e la monumentalità dell’opera stessa.Talvolta avviene una vera e propria riconfigurazione del paesaggio dovel’elemento artificiale arriva e reinterpreta in chiave moderna lo stato dei luoghi.Lo Stretto di Messina, con i due poderosi piloni che si guardano gemellidalle rispettive sponde, ci racconta proprio una di queste storie. Lì, dove neisecoli mito e poesia si sono fusi, si formano immagini forti e suggestive, sipercepisce appieno cosa accade quando i due elementi, naturale e artificiale,dialogano in modo potente e diretto.
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteLa freccia del tempo. Ricerche e progetti di architettura delle infrastrutture
Pagine205-207
Numero di pagine3
Stato di pubblicazionePublished - 2014

Cita questo