Valutazione in vitro degli effetti determinati da composti bioattivi, ottenuti da organismi marini animali e vegetali

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Description

Batteri, fitozooplanctonti, poriferi, molluschi, celenterati, alghe e piante marine, continuano a svelare la presenza di molecole preziose quali antiossidanti, peptidi, immunostimolanti, antistress, il cui recupero sarebbe di notevole interesse per le applicazioni in campo biomedico, cosmetico, nutrizionale e nella realizzazione di farmaci innovativi di origine marina. Organismi che vivono in ambienti estremi possiedono molecole che conferiscono loro resistenza e protezione verso i raggi UV e lo stress ossidativo, piante e alghe marine, sono ricche di antiossidanti, isoprenoidi, flavonoidi, cui si cerca sempre più di attingere per applicazioni nel campo della ricerca. Considerato che il mare rappresenta il 95% della biosfera, le potenzialità di tale preziosa risorsa, come fonte di molecole utilizzabili in medicina, nutrizione e cosmetica, sono infinite. Poiché è noto che organismi marini, anche di una stessa specie, presentano caratteristiche e composizione differenti a seconda dell’ambiente in cui vivono e da cui vengono prelevati, risulterebbe interessante valutare le potenzialità di organismi che vivono nei nostri mari come fonte di composti bioattivi, verificandone sia la natura chimica e la composizione, sia le potenzialità e gli effetti in termini di tossicità, prevenzione/induzione di stress ossidativo, apoptosi, resistenza a vari tipi di stress. Grazie all’attività di ricerca svolta in tale ambito da un altro gruppo della sezione di biochimica marina del dipartimento di scienze biochimiche, sono già stati ottenuti estratti e frazioni in corso di ulteriore separazione, da alghe e batteri alofili, contenenti antiossidanti, acidi grassi poliinsaturi (PUFA), che sono stati testati su cellule tumorali umane e di pesce in coltura. Valutazioni preliminari hanno già messo in evidenza significativi effetti antiossidanti e riduzioni significative della vitalità, che lasciano ipotizzare il coinvolgimento in meccanismi di controllo della proliferazione. Lo studio proposto si pone l’obiettivo di approfondire la valutazione degli effetti indotti da queste e altre matrici marine, grazie alla presenza, presso i laboratori del dipartimento, di strumentazioni recentemente acquistate con finanziamenti della Regione Sicilia, erogati su un progetto (LARA) finalizzato alla realizzazione di un Laboratorio a Rete sulle risorse Acquatiche, avente come obiettivo lo sfruttamento sostenibile delle risorse marine. Tra gli strumenti che verranno impiegati nella ricerca in oggetto, il sistema lumistox permetterà la conduzione di test di tossicità attraverso l’impiego di batteri bioluminescenti, sistemi di colture cellulari con incubatori refrigerati il mantenimento di linee cellulari di pesce, il chemidock consentirà di valutare la variazione dei livelli di proteine target implicate nella risposta all’azione delle molecole d’interesse, la real-time PCR, l’eventuale variazione dell’espressione di geni coinvolti in tale risposta.

Layman's description

La possibilità di ricorrere a diverse specie di organismi marini per ottenere macronutrienti e composti bioattivi da destinare all’alimentazione, all’industria farmaceutica, integratoristica, cosmetica, deve necessariamente prevedere studi finalizzati non solo alla valutazione delle rese delle fonti, ma anche alla verifica, attraverso studi in vitro, degli effetti determinati a livello cellulare dalla loro inclusione, al fine di poter individuare rischi/benefici connessi alla loro somministrazione.
Gia da qualche anno la sezione di biochimica marina del dipartimento di scienze biochimiche conduce attività di ricerca finalizzate all’uso sostenibile delle risorse marine e alla possibilità di ottenere molecole d’interesse da organismi marini autoctoni. Le ricerche, tuttora in corso, si svolgono in due direzioni parallele ma complementari: l’una indirizzata all’individuazione delle fonti e all’estrazione delle molecole d’interesse, l’altra alla verifica degli effetti delle stesse in vitro. Tali ricerche si svolgono in sinergia, sia sfruttando le competenze della sezione di biochimica marina sui meccanismi di risposta allo stress negli organismi marini, sia sulla base della consolidata esperienza del dipartimento di scienze biochimiche nell’ambito dei meccanismi molecolari correlati all’apoptosi in cellule tumorali. L’obiettivo di tale studio è quello di integrare le competenze ricadenti nell’ambito della biologia marina con quelle ricadenti nell’ambito degli studi sul cancro e la risposta allo stress, per comprendere le potenzialità del mare come fonte di molecole utili contro varie forme di stress, e comprenderne gli effetti in vitro contro alcune forme di cancro. In sintesi, gli obiettivi proposti nell’ambito del progetto sono:
 valutazione proprietà antiossidanti degli estratti e composti isolati;
 verifica degli effetti indotti dai composti isolati in colture cellulari
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/07 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.