Tossicodipendenza e comorbilità psichiatrica: valutazione dei percorsi terapeutici

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Description

La finalità di questa ricerca è quella di ottenere informazioni attendibili circa l’importanza che riveste una valutazione diagnostica multidimensionale effettuata attraverso il supporto di strumenti psicodiagnostici specifici, per la programmazione di trattamenti terapeutici efficaci, in particolare nel caso di soggetti che mostrano un quadro di “doppia diagnosi”, ossia di compresenza di disturbo di tipo psichiatrico e uso di sostanze.
Si predispone, a tal fine, il seguente impianto di ricerca:
I FASE
Addestramento degli operatori appartenenti a due servizi per la cura delle dipendenze patologiche (Ser.T e Comunità Terapeutica) all’utilizzo degli strumenti psicodiagnostici previsti, al fine di permettere l’acquisizione delle competenze necessarie alla loro somministrazione.
II FASE
Selezione dei soggetti partecipanti all’indagine afferenti ad un Ser.t e ad una C.T. della Prov. Di Palermo, e contemporanea selezione dei partecipanti ai gruppi di controllo.
III FASE
Somministrazione degli strumenti ai soggetti selezionati come campione d’indagine, svolto dagli operatori dei servizi affiancati dai ricercatori. All’interno di ciascun servizio verranno selezionati due gruppi.
· Ai primi due gruppi di soggetti, l’uno afferente al Ser.T e l’altro alla C.T., verranno somministrati i seguenti strumenti: DAST o MAST (strumenti di screening); WHOQOL-Bref (questionario di valutazione della qualità della vita); Europe-ASI (intervista per la valutazione della gravità complessiva); ed eventualmente, nel caso in cui si sospettasse la presenza di una comorbilità, questa verrà indagata tramite l’utilizzo della SCID (intervista clinica basata sui criteri diagnostici del DSM IV).
· Parallelamente ai due gruppi di controllo (Ser.T e C.T.), che presentano caratteristiche simili ai primi, verrà somministrato esclusivamente il questionario di valutazione della qualità della vita (WHOQOL-Bref) al fine di valutare l’efficacia dell’azione da noi proposta.
IV FASE
Supervisione metodologica e clinica dei protocolli clinici effettuata dei ricercatori in collaborazione con gli operatori.
V FASE
Rilevazione e analisi statistica dei dati ottenuti e verifica degli obiettivi raggiunti.
VI FASE
Follow up a distanza di sei mesi.

Layman's description

Obiettivi
La valutazione diagnostica nell’ambito della dipendenza da sostanze psicoattive (addiction), è un processo che non può essere limitato solo alla semplice misurazione qualitativa e quantitativa del comportamento di abuso, ma deve invece riferirsi ad una valutazione più complessa ed articolata, che comprenda i molteplici elementi che entrano in gioco nei comportamenti di dipendenza, come le componenti biologiche, psicologiche e relazionali e i pattern comportamentali. Una diagnosi che non prenda in considerazione e valuti opportunamente il peso e l’importanza delle molteplici aree nella vita di un soggetto con problemi di abuso di sostanze rischia di essere imprecisa e quindi dar luogo ad una visione distorta e soprattutto ristretta delle problematiche e delle risorse del soggetto stesso.
A partire da tali considerazioni il progetto intende raggiungere i seguenti obiettivi:
a) Il primo obiettivo, di natura prettamente clinica, si propone, attraverso l’utilizzo di strumenti specifici, di ottenere una valutazione diagnostica multidimensionale in soggetti con dipendenze patologiche gravi, al fine di effettuare la programmazione di un progetto terapeutico condiviso e congruente con le risorse degli utenti, che si occupi, oltre che della specifica area riguardante l’uso/abuso di sostanze psicoattive, dei diversi aspetti, problematici e non, della vita del soggetto in esame (da quello medico a quello socio-familiare, a quello occupazionale).
b) Si intende inoltre valutare l’efficacia dei programmi terapeutici attivati mediante il supporto fornito dall’ utilizzo degli strumenti previsti dalla ricerca attraverso la procedura del gruppo di controllo. Tale valutazione verrà quindi condotta su quattro gruppi di utenti: due gruppi (di cui uno di controllo) afferenti ad un Ser.T, e altri due gruppi (di cui uno di controllo) afferenti ad una Comunità Terapeutica. Ai soggetti dei gruppi di controllo verrà somministrato solamente il questionario di valutazione della qualità della vita “WHOQOL-bref” (World Health Organization Quality of Life).

Metodologie
È previsto l’utilizzo di diversi strumenti clinici e diagnostici tramite un percorso ad “imbuto”, che procede da uno screening generico fino ad una valutazione clinica più obiettiva e puntuale. In seguito ad uno studio accurato sugli strumenti maggiormente utilizzati nell’ambito della ricerca nazionale ed internazionale, si è deciso di utilizzare quelli che si sono dimostrati più affidabili per le loro caratteristiche di alta attendibilità e validità e che prevedono dei criteri interni specifici di valutazione.
Gli strumenti verranno somministrati secondo il seguente ordine:
1) DAST (Drug Abuse Screening Test) nel caso di abuso di sostanze, e MAST (Michigan Alcoholism Screening Test) nel caso di abuso di alcool.
Questi sono strumenti di screening autosomministrati che rilevano la presenza di patologie tossicomaniche e psichiche. Il primo è costituito da 20 item e raccoglie informazioni sull’uso di droghe da parte del soggetto negli ultimi 12 mesi. Le risposte sono affermative o negative. Il secondo è costituito da 25 item, volti ad effettuare un rapido ed efficace screening dei problemi nel corso della vita correlati all’uso di alcool.
2) WHOQOL-Bref (World Health Organization Quality of Life).
É un questionario autosomministrato sulla qualità della vita. E’ suddiviso in quattro aree: fisica, psicologica, relazioni sociali, ambiente. Fornisce informazioni sulla percezione che il soggetto ha di se stesso e della sua posizione all’interno del contesto sociale e familiare a cui appartiene, in relazione ai suoi obiettivi e alle sue aspirazioni. Si è dimostrato uno strumento valido e attendibile, utilizzabile in un’ampia varietà di setting culturali.
3) Europe-ASI (Versione Europea Addiction Severity Index).
È un’intervista per la valutazione della gravità di problemi in
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/04 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.