Tecnologie supramolecolari integrate per il trattamento dell’informazione chimica: dispositivi e materiali molecolari avanzati (InfoChem)

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Description

La divulgazione dei risultati della ricerca e dei suoi risvolti applicativi contribuisce a indurre un contesto sociale favorevole. Così, il progetto comprende questa Unità di divulgazione e didattica. Questa scelta, inconsueta in Italia nel campo chimico, è prassi comune altrove. Compito preliminare è identificare con precisione il potenziale applicativo e tecnologico del lavoro delle Unità di ricerca allo scopo di inquadrare con chiarezza i risultati prodotti. Gli aspetti più rilevanti sono le potenzialità nell'uso di aggregati supramolecolari in dispositivi per registrazione trasferimento di informazione. A questa analisi, coordinata dalla presente Unità, parteciperanno tutte le altre, alcune delle quali hanno identificato specifici componenti per il raccordoLe prime iniziative saranno attività di formazione nelle strutture in cui operano le Unità. Queste iniziative, conferenze o brevi workshop, saranno rivolte a studenti universitari ma potranno essere proficuamente utilizzate per l'orientamento pre-universitario. Gli aspetti che dovranno essere curati ed evidenziati riguardano gli strumenti tecnologici e culturali a disposizione del chimico per progettare e realizzare dispositivi sofisticati e di grande impatto nella vita quotidiana. La Chimica, infatti, si è molto diversificata nei suoi campi applicativi. Tale differenziazione spesso sfugge ai non specialisti, invariabilmente legati a vecchi e superati stereotipi. Per questo la presente Unità intende avvalersi di tutti gli strumenti di comunicazione disponibili, compresi i social network, per diffondere efficacemente l'informazione ottimizzando le risorse. Verrà realizzato un sito web specifico sulle attività del progetto con una duplice funzione: un canale di comunicazione verso l'esterno ed uno strumento di confronto ed interazione fra le Unità.Mettere a disposizione informazione corretta sul piano scientifico, comprensibile e rilevante, comunque, è solo il primo passo verso il rafforzamento dell'attenzione che la società rivolge alla Chimica. Sebbene concorrano diversi meccanismi complessi, se si intende realmente incidere in un necessario cambiamento di atteggiamento dei cittadini, esaltandone lo spirito critico, occorre intervenire nei processi educativi. Ci sono diverse ragioni per cui anche chi si dedica alla ricerca dovrebbe essere coinvolto in questo processo e, quindi, l'Unità di Palermo intende impegnarsi per trarre spunti didattici dal lavoro di divulgazione e per garantire che produca risultati duraturi. Saranno privilegiate attività di aggiornamento degli insegnanti in cui ricercatori e insegnanti, in un rapporto dialettico paritetico, collaborino alla formulazione di progetti educativi.Saranno adottati due diversi approcci. Nel primo, ricercatori ed insegnanti identificano e discutono i contenuti di base necessari per comprendere i risultati della specifica ricerca. Le proprietà di aggregati supramolecolari e la risposta stimoli elettrici o luminosi saranno correlate ai concetti di legame chimico, comprese le interazioni deboli, e alle basi dei processi che regolano l'interazione radiazione-materia. Queste conoscenze sono certamente presenti nel piano didattico dell'insegnante che, a seguito dell'interazione con chi utilizza gli stessi concetti per la propria ricerca, potrà parlarne ai propri studenti in una prospettiva più concreta e facendo, inoltre, intuire il fascino e l'interesse della Scienza moderna. Durante il primo anno di attività, sarà tenuta una scuola estiva con ricercatori delle altre Unità e docenti di chimica e/o scienze disponibili a partecipare

Layman's description

L'unità di ricerca si occupera' della divulgazione dei risultati scientifici prodotti dalle altre unita' e della ricaduta didattica della ricerca.

Key findings

Nanotecnologie, materiale e produzione
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/12 → …