STORIA E STORIOGRAFIA NELLA SICILIA DELL'OTTOCENTO

    Progetto: Research project

    Dettagli progetto

    Description

    Conclusi e pubblicati i lavori su Pietro Lanza di Scordia (2002, 2005) e quello dal titolo "Isidoro La Lumia e Giuseppe d'Alesi o La rivoluzione di Palermo del 1647" (quest'ultimo in corso di pubblicazione su "Archivio storico siciliano", 2003), mi propongo di proseguire l'attività di studio sulla storia e storiografia siciliana dell'Ottocento, e in particolare su quella riguardante il periodo del viceregno spagnolo e borbonico e sul rapporto, così peculiare in Sicilia, tra storiografia e politica.

    Layman's description

    Gli obiettivi sono quelli di indagare sull'opera di storici, memorialisti e studiosi attivamente presenti nella Sicilia borbonica o immediatamente postunitaria, che sono stati sinora trascurati dagli studiosi, o solo occasionalmente citati, seppure molto proficuamente - anche dal mio angolo visuale - nelle storie della Sicilia relative a quel periodo. Alcune delle opere o non sono state più riedite dopo la prima pubblicazione, come nel caso delle "Considerazioni sulla storia di Sicilia" (1836) e delle altre opere di Lanza di Scordia, o ad es. ne è stata fatta solo una ristampa anastatica, senza neanche il corredo di una introduzione, come è avvenuto per la "Somma della storia di Sicilia", di N. Palmeri (Milano 1978). A proposito poi di Isidoro La Lumia, ritengo che sull'attività di questo storico - oltre all'articolo in corso di pubblicazione - sia utile soffermarsi ancora: le monografie sul viceregno spagnolo, savoiardo e borbonico attirano il mio interesse in modo particolare. Si tratta di storici e studiosi che, oltre e anche al di là della valutazione specifica sulle loro opere - in certi casi tutte ancora da rileggere e analizzare, e questo è appunto il mio obiettivo principale - sono assai rappresentativi della spiritualità isolana dell'epoca, caratterizzata dall'accentuato sicilianismo in tutti gli aspetti della cultura e della politica.

    Sarà quindi questa la metodologia seguita. Ovviamente ciò sarà fatto in strettissimo contatto con le classiche storie della Sicilia e quelle più recenti e qualificate, sia "generali", sia saggistiche e monografiche, e soprattutto con uno sguardo sempre rivolto alle problematiche connesse alla storiografia sugli antichi stati italiani.
    In qualche caso si tratterà di una vera e propria prima "lettura". Utile supporto è fornito, oltre che dalla diaristica, edita o ancora inedita, dai periodici del tempo: giornali come le "Effemeridi scientifiche e letterarie", "La Ruota", il "Giornale di scienze, lettere e arti", e altri, sono un ricco deposito di vivaci dibattiti storiografici. Altro ausilio di cui intendo avvalermi, come ho già fatto per lo studio su Isidoro La Lumia, è quello costituito, oltre che dai carteggi pubblicati, dalle lettere inedite: sia la Biblioteca Centrale della Regione siciliana, sia le altre principali della città, che la Biblioteca Nazionale di Firenze, possiedono nella sezione manoscritti numerose e assai interessanti lettere.
    StatoAttivo
    Data di inizio/fine effettiva1/1/04 → …

    Fingerprint

    Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.