Shakespeare and the Italian Renaissance: Appropriation, Transformation, Opposition.

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Layman's description

La ricerca, divisa in quattro fasi, mira a collocare le opere di Shakespeare nel contesto del Rinascimento europeo e, più specificamente, nel contesto delle tradizioni culturali, drammatiche e letterarie italiane, con riferimeno all'impatto ed influenza della cultura classica e coeva. A differenza degli studi precedenti, spesso caratterizati da un'ermeneutica positivistico-deterministica e, di conseguenza, da un'analisi ampiamente passiva del materiale fontistico e dei topoi letterari, la prospettiva critica perseguita prenderà in considerazione una più larga dimensione intertestuale europea e, soprattutto, un'interpretazione ideologica dell'"estetica" o "politica" dell'intertestualità che consentirà di studiare la presenza del mondo italiano nell'Inghilterra rinascimentale non come una tradizionale miniera di influenza e imitazione ma come una potenziale forza culturale, produttrice di complessi processi di appropriazione, trasformazione e opposizione ideologica tramite un continuo interscambio dialettico di adeguamento e confronto, di antagonismo e eversione culturale. In questa direzione, i più noti artisti, scrittori e pensatori italiani che operarono per qualche tempo in Inghilterra, o le cui opere e ideologie furono assimilate tramite complessi processi di mobilità culturale, offrono ampia materia di approfondimento. Un altro produttivo aspetto degli studi anglo-italiani mira all'analisi interdisciplinare dell'arte teatrale come espressione ibrida che favorisce un'istruttiva tensione fra i modi iconico-simbolico e narrativo-allegorico. Questo procedimento artistico, più facilmente individuabile nel genere tragico e tragicomico-pastorale, utilizza forme di "visual representation" per sottolineare la fondamentale unità fra e nelle arti sorelle. Una dimensione, questa, alimentata dalle tecniche innovative della prospettiva e dei suoi risvolti sociali, comunicativi e intersemiotici emergenti dal didatticismo filosofico del "ut pictura poesis" che produce i suoi effetti sull'intera produzione culturale. Di qui l'uso letterario (narrativo, poetico, teatrale, emblematico) che deriva dall'introduzione nella cultura inglese dei nuovi termini-concetto di "perspective", "optics" e "anatomy" e derivati, provenienti dai trattati epocali sull'arte pittorica e dal conseguente dibattito teorico-critico degli umanisti italiani.
Fasi della ricerca:
1) Shakespeare and the Italian Renaissance: Appropriation, Transformation, Opposition.
2) Italian Artists and Writers in England from the Early Renaissance to Late Romanticism: A Bilateral Intertextual Process of Cultural Mobility. 3) “Speaking Pictures”: Italian Ekphrasis, Anamorphosis, Trompe-l'Oeil in Early Modern English Poetry and Drama and Beyond;
4) “Perspective”, “Optics”, and “Anatomy” in the Cultural History of English.
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/12 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.