Ruolo delle vasostatine nella regolazione della contrattilità della muscolatura liscia

Progetto: Research project

Description

Very little is known about the role played by cromogranin (CGA)and its fragments in the gastrointestinal physiology. We have studied the role of CGA N-terminal fragments in the regulation of intestinal smooth muscle contractility by measuring the influence of recombinant CGA 1–78 (VS-1) and synthetic CGA 7–57 peptides on the spontaneous mechanical activity of rat proximal colon in vitro. The mechanical activity wasrecorded as changes in the intraluminal pressure. VS-1 (0.1–30 nM) and CGA 7–57 (10–300 nM) produced concentration-dependent inhibitory effects, characterized by a progressive decrease in the mean amplitude of circular muscle spontaneous contractions, without affecting the resting tone. The response to VS-1 was antagonised by anti-CGA monoclonal antibodies (mAb5A8, B4E11, 7D1 or 4D5) but not by an irrelevant antibody, indicating that the effect was specific. The inhibitory responses to VS-1 and to CGA 7–57 were significantlyreduced by pre-treatment of the preparations with Nx-nitro-l-arginine methyl ester (l-NAME) (300 AM), 1H-(1,2,4) oxadiazolo-(4,3-a)quinoxalin-1-one (ODQ) (10 AM), apamin (0.1 AM) or tetrodotoxin (TTX) (1 AM). The results suggest that VS-1 plays an inhibitory modulatory role on spontaneous contractions rat colon circular muscle, through mechanisms involving in part neural release of nitric oxide.

Layman's description

La ricerca è stata intrapresa allo scopo di valutare un possibile ruolo dei peptidi derivati dalla cromogranina (CGA) nella regolazione della contrattilità del muscolo liscio intestinale. Infatti, sebbene la CGA sia presente in diversi tipi di cellule neuroendocrine del tratto gastrointestinale e in neuroni del sistema nervoso enterico, molto poco si conosce sul ruolo delle vasostatine nella fisiologia gastrointestinale. Più specificamente, ci siamo proposti di:1.Saggiare le risposte elettriche e meccaniche indotte dai frammenti derivati dalle CGA sul muscolo liscio intestinale. 2. Analizzare il meccanismo d’azione e le tappe biochimiche possibilmente coinvolte nelle risposte riscontrate.Sono stati studiati i frammenti amino-terminali ricombinanti della CGA, corrispondenti alla vasostatina I (VS-1) (peptide 1-78) e alla vasostatina II (VS-2) (peptide 1-115) ed il peptide sintetico comprendente i residui aminoacidici 7-57, gentilmente forniti dal dott. Angelo Corti dell’Istituto San Raffaele di Milano, Italia. Sono stati utilizzati segmenti di colon e lo stomaco di roditori allestiti in vitro in un bagno per organo isolato orizzontale che consente la contemporanea registrazione della pressione endoluminale (indice dell’attività meccanica della muscolatura circolare) e della tensione isometrica (indice dell’attività meccanica della muscolatura longitudinale). Questo approccio sperimentale permette di studiare la funzione muscolare in condizioni nelle quali sono escluse le influenze di fattori estrinseci, ma il muscolo funziona in modo analogo alle sue condizioni in vivo. Per l’analisi del meccanismo d’azione gli effetti delle vasostatine sono stati saggiati in presenza di inibitori della NO sintasi (L-NAME o L-NNA) ed in presenza di ODQ, inibitore della guanilato-ciclasi NO-dipendente, o di apamina, inibitore dei canali per il K+ - Ca2+ dipendenti, dal momento che l’ossido d’azoto è il principal
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/03 → …