RELAZIONE TRA I LIVELLI DI VITAMINA D3 E I POLIMORFISMI DEL RECETTORE DELLA VITAMINA (VDR), ALFA 1- IDROSSILASI, CG VDBP, CY27A1, CYP2R1 NELL’IPERTENSIONE ESSENZIALE

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Layman's description

È noto che la vitamina D3 ha un ruolo fondamentale nella mineralizzazione dell’osso e nel mantenimento dell’ omeostasi del calcio e del fosforo. Negli ultimi anni, diversi studi hanno messo in evidenza che il deficit di vitamina D3 si associa con la malattia diabetica, tumorale e le malattie cardiovascolari. In particolare, si ipotizza che la carenza di vitamina D3 possa influenzare negativamente la regolazione della pressione arteriosa con meccanismi fisiologici non ancora ben chiariti. Recenti studi hanno dimostrato un' associazione inversa tra i livelli di vitamina D3 e i valori di pressione arteriosa, supportando l’ipotesi che la vitamina svolga un ruolo critico nella regolazione mediata dal sistema renina angiotensina sui valori pressori. La vitamina D3 si forma nella pelle per fotolisi del 7-deidrocolesterolo; questa forma inattiva della vitamina D3 in circolo si complessa con la proteina legante la vitamina D (VDBP), trasportata al fegato viene convertita in 25-idrossivitamina D3 da due enzimi epatici: il citocromo mitocondriale P450-CYP27A1 e il citocromo microsomiale CYP2R1. Successivamente, la 25-idrossivitamina D3 viene veicolata al rene dove subisce un ulteriore modificazione chimica da parte dell’enzima 1-alfa- idrossilasi (CYP27/B1), che converte la 25-idrossivitamina D3 in 1,25(OH)2D3 o calcitriolo. Il calcitriolo, considerato un vero e proprio ormone steroideo, esplica la sua azione biologica mediante il legame con uno specifico recettore nucleare (VDR), il complesso ormone-recettore si lega a specifiche regioni del DNA (VitaminD Responsive elements-VDRE) regolando la trascrizione di molteplici geni. Il recettore VDR è localizzato in diversi tessuti quali: tessuto adiposo, muscolare scheletrico e liscio etc. e la presenza del recettore in diversi distretti tissutali supporta l’ipotesi che la vitamina D3 possa modulare differenti risposte cellulari. Diversi studi mostrano che essa è coinvolta nei processi di controllo della proliferazione, del differenziamento cellulare, della funzione muscolare e del sistema renina angiotensina,della secrezione insulinica. Diversi sono i fattori che possono influenzare i livelli plasmatici di vitamina D3, il sesso, la ridotta esposizione alla luce solare, la dieta, le variazioni stagionali ma sicuramente alterazioni del recettore della vitamina D3 e degli enzimi coinvolti nel suo metabolismo possono portare ad ipovitaminosi con conseguente ad alterazione dei processi in cui essa è coinvolta. In questi anni sono stati identificati diversi siti polimorfici nel gene umano che codifica per il recettore della vitamina D3, che sembrano alterarne l’ espressione genica e la stabilità dell’mRNA . Le varianti polimorfiche del recettore VDR, identificate mediante trattamento endonucleasi di restrizione, che potrebbero influenzare la risposta intracellulare alla vitamina D3 sono: Fok-I (rs10735810) ,Taq- I (rs731236), BsmI (rs1544410)e ApaI. Oltre ai polimorfismi del recettore della vitamina D3 l’ attività biologica della vitamina D3 può essere modulata da varianti polimorfiche della proteina legante la vitamina D3 (VDBP). Fino ad oggi, non è nota l'influenza che le varianti alleliche (rs7041 e rs4588) del VDBP possono avere sui livelli circolanti di 25 (OH) D3 ma alcuni studi supportano l’ipotesi che tali polimorfismi possono alterare l’ affinità di legame tra la VDBP e vitamina D3. Ulteriori varianti alleliche sono state identificate nei geni che codificano per gli enzimi implicati nel pathway metabolico della vitamina D3 come rs 10877012 dell’ alfa 1 idrossilasi e dei citocromi CYP27A1 e CYP2R1responsabili della idrossilazione epatica della vitamina D3. L’obiettivo dello studio è di valutare in pazienti affetti da ipertensione essenziale, reclutati presso l’ ambulatorio di Nefrologia ed Ipertensione del Policlinico Paolo Giaccone di Palermo, la concentrazione plasmatica di vitamina
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/12 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.