Progettazione e realizzazione di Unità di Apprendimento e di Piani di Studio Personalizzati

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Description

La Legge di riforma n. 53/2003 e il successivo Decreto Legislativo n. 59 del 19 febbraio 2004 mettono al centro della proposta di innovazione del sistema di istruzione e formazione l’importanza della costruzione di Piani di Studio Personalizzati. La personalizzazione degli apprendimenti richiede agli insegnanti la strutturazione di itinerari formativi differenziati e li sollecita ad orientare gli alunni e le loro famiglie nella scelta del percorso educativo più consono alle caratteristiche di ciascuno. La progettazione delle Unità di Apprendimento è un momento fondamentale dell’attività didattica, nella considerazione che esse consentono la trasformazione delle capacità di ciascuno in reali e documentate competenze e garantiscono, rispetto alla semplice trasmissione del sapere, il conseguimento di obiettivi “formativi” rispondenti a bisogni educativi e che promuovano singolari attitudini e potenzialità. Nel condurre la ricerca si terrà sempre presente la necessità di partire dall’azione, per interrogarsi su significati e modalità, per riflettere su processi e risultati, al fine di una elaborazione condivisa e partecipata di percorsi e attività e di una costruzione concettuale valida e significativa La riflessione iniziale si strutturerà in riferimento ad alcuni interrogativi fondamentali: Che cosa significa personalizzare l’apprendimento? Che cosa è il Piano di Studi Personalizzato? Come si costruiscono i Piani di Studio Personalizzati e le Unità di Apprendimento? L’unità di Apprendimento è un nuovo metodo di programmazione o una indicazione metodologica che rinnova la tradizionale programmazione per obiettivi? Si possono prevedere dei momenti precisi nell’elaborazione di una Unità di Apprendimento? L’attività di ricerca sarà quindi orientata alla progettazione e alla realizzazione di percorsi educativi che sviluppino negli alunni la capacità di affrontare problemi, che promuovano il loro senso critico, che stimolino l’autonomia e la creatività personali, la libertà di scelta e l’assunzione di responsabilità. Per fare acquisire ad un gruppo di insegnanti di scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado competenze in merito alla progettazione di percorsi formativi trasversali, che realizzino la trasferibilità delle competenze e la personalizzazione educativa, saranno organizzati dei momenti formazione finalizzati al loro pieno coinvolgimento nell’attività di ricerca. Le unità di apprendimento costruite dal gruppo di insegnanti saranno quindi svolte nelle classi; i risultati dei percorsi formativi effettivamente realizzati saranno messi a disposizione degli insegnanti siciliani.

Layman's description

Obiettivi -Individuare e formulare gli “obiettivi formativi” in relazione ai traguardi essenziali e alle competenze previste dalla normativa ma anche rispetto a potenzialità ed attitudini personali degli alunni. -Elaborare un modello di unità di apprendimento utilizzabile nel primo ciclo di istruzione e le linee-guida per gli insegnanti. -Ipotizzare ed elaborare unità di apprendimento e definire piani di studio personalizzati. -Costruire strumenti di valutazione dei processi e degli esiti degli apprendimenti tenendo conto degli obiettivi specifici di apprendimento delle Indicazioni Nazionali e degli obiettivi formativi delle singole Unità di Apprendimento. Metodologia Prima di affrontare il problema della costruzione delle unità di apprendimento occorrerà chiarire e precisare, alla luce della letteratura nazionale e straniera, il significato che nel dibattito odierno assumono concetti quali: obiettivi formativi, abilità e conoscenze, competenze, curricolo, programmazione, discipline. Si cercherà, inoltre, di identificare i tratti costitutivi e le caratteristiche delle unità di apprendimento in rapporto alle unità didattiche. Durante questa prima fase di tipo conoscitivo, inoltre, si cercherà di realizzare uno studio di esperienze analoghe, con l’intento di raccogliere elementi per la costituzione di un modello e per la formulazione ipotetica di interventi formativi. La seconda fase della ricerca si articolerà in tre momenti interagenti: a) formazione di un gruppo di insegnanti; b) costruzione e realizzazione di percorsi di apprendimento; c) verifica dei percorsi progettati. In questa fase sarà essenziale verificare, attraverso colloqui individuali e focus group, le modalità di costruzione delle attività formative, le difficoltà incontrate, gli esiti raggiunti in funzione degli obiettivi e delle attività ma anche delle potenzialità e degli interessi degli alunni. Particolare attenzione sarà rivolta alla capacità, da parte degli insegnanti, di organizzare percorsi di apprendimento che tengano conto di una gestione flessibile delle variabili dell’organizzazione didattica, e di strutturare attività educative in forma laboratoriale. Nella terza fase, relativa alla valutazione dei risultati della ricerca, si analizzerà il livello di trasferibilità delle esperienze realizzate e si procederà alla raccolta e diffusione di best practises.
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/05 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.