Preparazione e caratterizzazione di sostituti vascolari (scaffold) ingegnerizzati a base di acido polilattico

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Layman's description

Il presente progetto costituisce la naturale prosecuzione del progetto presentato nell'ambito del bando Futuro in Ricerca 2010 dal titolo "Effetti degli scaffold di acido poli (L-lattico) sull’adesione, proliferazione e deposizione di matrice di cellule endoteliali e di cellule muscolari lisce "in vitro" a seguito di diversi stimoli pro-infiammatori e pro-aterogeni. Sperimentazione dei sostituti vascolari ingegnerizzati in modelli "in vivo"" del quale è stato coordinatore il dott. Antonio Junior Lepedda dell'Università di Sassari, mentre il prof. Vincenzo La Carrubba (proponente di questo progetto) ne è stato coordinatore locale per l'unità operativa di Palermo.
Il progetto, pur avendo ricevuto un ottimo feedback dai referee (come si può evincere dai commenti ricevuti, mostrati nell'allegati 1) e un ottimo punteggio (52 punti su 60) non è stato finanziato nell'ambito del progetto Futuro in Ricerca. Tuttavia, va sottolineato che il coordinatore nazionale dott. Antonio Junior Lepedda ha ricevuto una premialità regionale di 10 Keuro da parte della regione Sardegna "per finanziare ulteriore attività progettuale su tematiche analoghe con cui partecipare ai successivi bandi in ambito internazionale, comunitario e nazionale" (allegato 2 del Settore Ricerca dell'Univerità di Sassari che attesta l'effettiva assegnazione della premialità regionale 2011 per il progetto in questione).
Per quanto riguarda la compagine del gruppo di ricerca, essa è sostanzialmente corrispondente (per i 2/3) a quella che costituiva l'Unità Operativa di Palermo del progetto Futuro in Ricerca 2010, comprendente il prof. Vincenzo La Carrubba (proponente), il prof. Valerio Brucato, i dottori di ricerca Francesco Carfì Pavia e Gianluca Mannella.
Il prof. La Carrubba da tempo lavora sull'Acido L-Polilattico (PLLA) per l'ottenimento di scaffolds (impalcature) per separazione di fase (inversione di fase) indotta termicamente (TIPS), focalizzandosi sulla comprensione dei fondamenti e la modellazione degli effetti che la termodinamica e la cinetica di diffusione hanno sul processo di separazione, al fine da poter controllare affidabilmente le proprietà finali dello scaffold. Il gruppo di ricerca gode anche dell'esperienza e della competenza del prof. Valerio Brucato (associato di Principi di Ingegneria Chimica) per le conoscenze fluidodinamiche e di trasporto di materia necessarie per la messa a punto delle tecniche di processo volte all'ottenimento di scaffold con appropriate proprietà e struttura, mentre il know-how sulla biologia cellulare sarà fornito dal dott. Carfì Pavia (assegnista, esperto di colture cellulari su scaffold polimerici). Infine, il dott. Gianluca Mannella (assegnista, esperto di modelli di separazione di fase), fornirà la conoscenza relativa alla scelta delle più opportune condizioni per la separazione.

L'obiettivo globale di questo progetto consiste nella progettazione e nella preparazione di uno scaffold riassorbibile "bioattivo" in grado di guidare efficacemente il processo di rigenerazione del tessuto vascolare in-vivo, consentendo alle cellule di aderire, proliferare e sintetizzare nuova matrice extracellulare.
La restenosi dei vasi rappresenta il principale fattore di insuccesso di tutta la chirurgia vascolare. Infatti, i presidi meccanici e gli scaffold usati per le ricostruzioni di vasi sono potenziali induttori della riocclusione del vaso sia a causa di una iperplasia neointimale, con successiva formazione di una placca ateromatosa, sia a causa di una trombosi parietale. In entrambi i processi, le cellule dell'endotelio e le cellule muscolari della tonaca intima sono sottoposte a processi infiammatori che non sono correttamente controllati dal tessuto e che sfociano in un evento patologico. L'evento trombotico e quello aterosclerotico sono accomunati da fenomeni di attivazione, reclutamento, iperproliferazione cellulare e modificazione della matrice extracellulare (ECM).
Fr
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/12 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.