Pluralità di ordinamenti, modelli controversiali e produzione del diritto nelle fonti giuridiche romane

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Layman's description

Il progetto mira ad approfondire in base ad una nuova prospettiva unificante una serie di istituti, sia di diritto privato che di diritto pubblico, sia sostanziali che processuali, che si prestano particolarmente a mettere in luce alcuni tra gli aspetti più significativi dell’esperienza giuridica romana, che peraltro interagiscono tra loro. Da un lato, l’esistenza di una pluralità di ordinamenti (ius civile, ius honorarium, ius gentium, ius novum), che ha determinato il modellamento e lo sviluppo storico degli istituti giuridici nonché l’enucleazione di regulae e concetti giuridici; dall’altro lato, l’operatività di modelli controversiali attraverso i quali regulae, istituti e concetti si sono concretamente affermati nella realtà giuridica e sono stati organizzati in sistema.
In quest’ottica, spunti assai promettenti si intravedono, ad esempio, con riferimento al processo civile, in tema di denegatio actionis da parte del pretore, di rapporti storico-funzionali fra ‘partes’ formularum quali demonstratio e praescriptio, o di peculiarità di schemi formulari come quello dell’actio fiduciae; con riferimento alla materia dei diritti reali, in tema di rapporto tra lex publica ed elaborazione giurisprudenziale in materia di servitù prediali; con riferimento all’ambito negoziale, in tema di emersione dell’elemento della volontà e della centralità della conventio nella dottrina del contratto; con simultaneo riferimento al diritto privato e al diritto pubblico, in relazione ad un singolare fenomeno di conflitto tra potestates (quella del pater familias e quella del populus Romanus) a proposito della figura di un magistratus che sia al contempo filius familias; con riferimento all’elaborazione di regulae e concetti, in ordine al rapporto tra sfera giuridica e sfera morale.
Il precipuo angolo di osservazione prescelto è costituito dal dettato delle stesse fonti giuridiche, sia giurisprudenziali che legislative, alla ricerca di tracce di una precisa consapevolezza del predetti fenomeni di interazione tra pluralità di sfere ordinamentali e di incidenza dei profili controversiali. In funzione di ciò, apposite ricerche saranno dedicate anche allo studio interno delle stesse fonti: dalle Istituzioni di Gaio, che parrebbero avvertire un’esigenza sistematica impostata proprio sulla pluralità di ordinamenti, alle costituzioni imperiali, veicolo di un ius novum che si prefigge di introdurre regole e meccanismi di ‘rottura’ rispetto all’assetto giuridico esistente. E ancora, proprio allo scopo di procedere con maggiore puntualità all’esame delle predette fonti, ci si propone di compiere alcuni saggi di restituzione critica dei testi, in vista di future e più ampie iniziative di riedizione delle fonti.
Si confida che la specifica competenza di ciascuno dei partecipanti al progetto, tradottasi già in precedenti pubblicazioni riguardanti alcuni profili delle tematiche su accennate, apporti un contributo ad un più adeguato apprezzamento delle stesse.
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/12 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.