MONITORAGGIO E MODELLAZIONE DEI PROCESSI EROSIVI A DIFFERENTI SCALE SPAZIALI NELL’AREA SPERIMENTALE DI SPARACIA

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Layman's description

La ricerca è la continuazione del Progetto PRIN 2009 “Monitoraggio e modellazione dei processi erosivi a differenti scale spaziali nell’area sperimentale di Sparacia”.
La ricerca affronta due tematiche fondamentali, poco modellizzate nella letteratura scientifica ed oggetto ancora di un numero contenuto di monitoraggi in campo, per la stima del contributo solido dei bacini idrografici siciliani. L’erosione canalizzata di tipo rill e il contributo dell’erosione calanchiva sono monitorate, rispettivamente, nell’area sperimentale di Sparacia e nelle aree test del bacino idrografico del F.Imera Meridionale.
L’applicabilità sia delle relazioni che caratterizzano morfologicamente i rill sia di quelle che ne caratterizzano la geometria idraulica sarà testata, utilizzando le misure condotte nelle 22 parcelle dell’area sperimentale di Sparacia, facendo ricorso sia al metodo celerimetrico e rillometrico sia ad un rilievo aereo a bassa quota.
Il rilievo aereo plano-altimetrico sarà realizzato mediante mediante un quadricottero Microdrones md4-200 e consentirà la realizzazione del modello digitale delle elevazioni per le parcelle interessate dalla formazione dei solchi.
Il confronto delle misure, sia quelle ottenute ricorso con il metodo celeri metrico-rillometrico sia quelle derivate dal rilievo aereo a bassa quota, con la relazione lunghezza-volume e con quella dedotta teoricamente sulla base dell’analisi dimensionale da Bruno et al. (2008) sarà utilizzato per testare l’applicabilità delle suddette espressioni.
Nell’area sperimentale di Sparacia, attrezzata per la misura della perdita di suolo, in atto i deflussi torbidi prodotti in ciascuna parcella a seguito di un evento erosivo vengono convogliati mediante una grondaia posta a valle di ciascuna parcella all’interno di vasche di accumulo. Per misurare la frazione di materiale solido presente nel volume della sospensione raccolto in dette vasche, si proporrà l’utilizzo di un nuovo campionatore appositamente predisposto. Esso consiste in un cilindro di ottone, di noto diametro, dotato nella sezione terminale di una valvola di chiusura. Lo strumento infisso nel volume raccolto, una volta chiusa la sezione terminale, consente di estrarre una colonna rappresentativa della miscela torbida presente in vasca.
Per la validazione del campionatore saranno condotte sia prove di laboratorio sia prove di pieno campo su una delle vasche del sistema di misura.
Considerato che in diversi ambienti è stato osservato che la lunghezza di forme erosive lineari come rill, gully effimeri e permanenti può essere utilizzata per prevedere i volumi erosi, questo studio mira a verificare se relazioni simili possono essere utilizzate per forme erosive di tipo badland. Le caratteristiche geometriche delle forme di erosione saranno definite quantitativamente utilizzando un modello digitale del terreno con cella 2 m e gli strumenti di analisi spaziale GIS. La larghezza, profondità e lunghezza dei canali sarà misurata suddividendo gli stessi con sezioni trasversali con intervalli di 5 o 3 m. I valori cumulati di lunghezza e volume saranno inseriti in diagrammi a dispersione per testare una relazioni di tipo potenza; inoltre, lunghezza, profondità, larghezza e volume di tutti i segmenti misurati saranno combinati in gruppi adimensionali, già messi a punto utilizzando altri tipi di forme di erosione. I risultati di questo esperimento saranno utilizzati per testare se i canali presenti nelle aree calanchive mostrano una similarità morfologica con gli altri tipi di forme erosive lineari.
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/12 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.