MONITORAGGIO, CONSOLIDAMENTO, CONSERVAZIONE E PROTEZIONE DI BENI CULTURALI

    Progetto: Research project

    Dettagli progetto

    Description

    9 - Abstract del progetto di ricercaAlle parole bene culturale, si associa spesso, erroneamente, un manufatto artistico di antica produzione. In realtà, esistonooggi molteplici esempi di oggetti e opere d’arte che possono essere annoverati a pieno titolo tra i beni culturali della nazionee che richiedono la medesima attenzione riguardo alla loro degradazione e alla conservazione.Tali manufatti, vengono oggi realizzati in diversi materiali, anche in combinazione tra loro, i quali sono spesso di recenteintroduzione e quindi poco conosciuti sia nelle modalità di degrado sia, soprattutto, in quelle di conservazione e restauro.Lo scopo del progetto è di investigare su alcune classi principali di materiali – polimeri, metalli, conglomerati cementizi ecalcestruzzi – proprio relativamente agli aspetti riguardanti il monitoraggio del degrado, le problematiche dellaconservazione, la durabilità del degrado e il conseguente incremento della vita e della fruibilità dell’opera.Verranno allo scopo analizzati e studiati: nuovi protocolli di intervento; nuovi sensori intelligenti e innovativi in grado dimonitorare in tempo reale le condizioni del manufatto in funzione delle variabili ambientali, anche con l’aiuto del calcolocomputazionale e della modellazione; nuovi materiali – anche nanostrutturati - e relativi metodi di applicazione e utilizzo perla conservazione e il restauro. Saranno a disposizione tutte le più aggiornate metodologie di caratterizzazione chimico-fisicasia di massa che di superficie.Il progetto prevede importanti ricadute da un punto di vista economico, sociale e scientifico-tecnologico dato che saràpossibile implementare un database di nuovi materiali con relative tecniche di recupero, conservazione ma anche diprevenzione dal degrado. I sensori intelligenti e i nuovi materiali sviluppati in seno al progetto potranno, inoltre, avere dellericadute non solo nel settore dei beni culturali ma anche in quello del trattamento dei materiali per uso civile e industriale.Al termine del progetto, quindi, saranno approfondite le tematiche scientifiche relative ai meccanismi di degrado dei nuovimateriali dell’arte moderna e contemporanea con la possibilità di indirizzare e mirare interventi di recupero e protezioneaumentando così la durabilità delle relative opere d’arte.

    Layman's description

    Il progetto considera i tretipi di materiali più importanti: lapidei artificiali (calcestruzzo armato e non), polimeri e metalli.Materiali lapidei artificialiLa durabilità e la vita utile delle strutture in calcestruzzo appartenenti ai beni culturali dipende dall’interazione tra le strutturee l’ambiente, e varia tra i 10 e i 200 anni. Poiché il calcestruzzo armato è costituito da due materiali, calcestruzzo e acciaio è necessariodifferenziare il degrado dei due, sapendo che i meccanismi di degrado dei due materiali spesso interagiscono come nel casodella carbonatazione e che questo influisce sulla durabilità delle strutture in calcestruzzo armato.In questo progetto sicercherà di mettere a punto sistemi di indagine non distruttiva, come sensoristica wireless in grado di rilevare parametriambientali e caratteristiche del materiali di rilievo nella caratterizzazione del degrado, e metodi di indagine remota nondistruttiva, come il laser scanner, per la definizione del livello di prestazione atteso.Oltre alla sensoristica wireless sarebbe possibile studiare il grado di alterazione dei materiali lapidei naturali ed artificialimediante tecnica laser scanner, da accoppiare a caratterizzazione di laboratorio mediante microscopia ottica ed elettronica,in modo da trovare una correlazione tra la misura non distruttiva in situ (il laser scanner) e le misure da laboratorio. POLIMERIUna vasta gamma di prodotti nuovi rispetto alla tradizione artistica è, ormai, entrata in uso frequente dagli artisti, come adesempio pigmenti in larga parte di sintesi, o nuovi leganti di natura polimerica, e materiali plastici usati per la modellazionedi innovative opere d’arte.Verranno eseguiti in laboratorio test diagnostici utilizzando tecniche consolidate di indaginecome l’imaging multispettrale, tecniche colorimetriche, di spettrometria di massa, calorimetria, Raman, FTIR e LIBS, in mododa caratterizzare i materiali moderni utilizzati. Si studieranno quindi opportune formulazioni dedicate allospecifico manufatto da preservare oltre che i metodi di lavorazione e di applicazione sul bene artistico da trattare, con loscopo di controllare l’interazione del materiale con l’ambiente e quindi preservare il bene da proteggere in modo più efficace.Sui materiali sarà eseguita una piena caratterizzazione chimico-fisica volta a mettere in evidenza le relazioni tra le proprietà,la struttura, la morfologia e la lavorazione. Le tecniche di caratterizzazione saranno quelle ben consolidate nella Ingegneriadei Materiali e includono prove meccaniche e termomeccaniche, caratterizzazione superficiale (bagnabilità, composizionechimica), indagini morfologiche (microscopia elettronica a scansione e a trasmissione), prove reologiche e calorimetriche.Materiali MetalliciGli acciai inossidabili, le leghe ferrose con resistenza a corrosione migliorata quali gli acciai CorTen, il titanio sono ormai ampiamente utilizzati per opere artistiche e per pannellature di ricoprimento di facciate di edifici. Tuttavia, in specifichecondizioni di aggressività lecaratteristiche di superficie di questi materiali possono essere compromesse. Tali alterazioni possono esseremonitorate con tecniche non invasive di tipo colorimetrico, che sfruttano i colori legati agli ossidi di questi metalli pervalutare l’avanzare dei processi corrosivi.Le procedure possono essere di differenti tipologie: dalla pulizia meccanica alla pulizia di tipo chimico,tecniche che richiedono la definizione precisa dei protocolli di applicazione.Infine, è possibile identificare strategie di prevenzione del degrado che possono essere attuat

    Key findings

    Altro
    StatoFinito
    Data di inizio/fine effettiva2/17/172/14/20