Metodologie avanzate per il rilevamento, la documentazione e la visualizzazione dei Beni Culturali

    Progetto: Research project

    Description

    L'elevato livello di automazione raggiunto nelle operazioni di rilevamento e la possibilità di gestire, attraverso l'impiego di software dedicati, un numero sempre crescente di informazioni, offrono oggi nuove opportunità nel campo della rappresentazione e della documentazione dei Beni Culturali. Lo sviluppo tecnologico attuale, in molti casi, permette già di ottenere buoni risultati nelle operazioni di rilevamento, ma la crescente richiesta di informazioni sempre più dettagliate consente di prevedere una ulteriore evoluzione degli strumenti e delle procedure utilizzate per l’acquisizione e l’elaborazione dei dati metrici.Il progetto di ricerca si propone di affrontare le problematiche connesse alle metodologie avanzate per il rilevamento, la documentazione e la visualizzazione dei Beni Culturali attraverso lo studio delle procedure di acquisizione, elaborazione e gestione informatica dei dati metrici. Il progetto è articolato in due fasi:- la prima fase prevede la sperimentazione di differenti metodologie di rilevamento e della loro integrazione, con particolare riferimento alle potenzialità e ai limiti delle tecniche laser scanning e di quelle fotogrammetriche digitali;- la seconda fase sarà indirizzata verso lo studio degli aspetti relativi ai metodi per l’archiviazione e la gestione informatica dei dati geometrici; in particolare, saranno studiate le problematiche relative alla rappresentazione digitale in 3D e alla modellazione tridimensionale di oggetti architettonici semplici e complessi.Per lo svolgimento della ricerca saranno individuati casi di studio con caratteristiche differenziate, sia per tipologia che per dimensioni, in grado di fornire un valido campo di applicazione per la sperimentazione delle metodologie sopra indicate.L'obiettivo principale della ricerca è quello di giungere alla definizione di idonee procedure per le operazioni di rilevamento e per una reale e completa documentazione 3D dei Beni Culturali.

    Layman's description

    Il progetto di ricerca proposto ha come obiettivo lo studio delle problematiche connesse al rilievo e alla fruizione dei Beni Culturali lungo tutte le varie fasi, dall'acquisizione ed elaborazione dei dati alla loro gestione informatica. Le esperienze condotte in questo campo sono oggetto di una sempre maggiore attenzione da parte degli studiosi dei Beni Culturali. Tuttavia questo interesse è spesso ostacolato dalle difficoltà di accesso alle informazioni acquisite con nuove tecnologie.Risulta quindi di fondamentale importanza concentrare le attività di ricerca verso due aspetti principali:1.il miglioramento e lo sviluppo delle tecniche di rilievo2.l’archiviazione e la gestione informatica dei dati.1. La fase iniziale del progetto prevede la sperimentazione di differenti tecniche di rilevamento e lo studio delle principali problematiche legate all'integrazione delle informazioni acquisite. La definizione di un dato omogeneo in grado di descrivere la complessità geometrica e qualitativa dei manufatti scelti rappresenta uno dei principali obiettivi della ricerca. A tale scopo occorre definire chiare metodologie operative sia nella fase di acquisizione dei dati grezzi sia nella successiva elaborazione e gestione degli stessi. L'obiettivo principale di questa prima fase è quello di giungere ad una reale e completa documentazione 3D del dato metrico. Questo risultato può essere raggiunto attraverso l'impiego integrato di metodologie che possono essere definite range-based modelling e image-based modelling. Con il termine range-based modelling vengono indicate tutte le tecniche che prevedono la misura diretta delle informazioni geometriche tridimensionali dell’oggetto tramite l’impiego di sensori attivi. All’interno di queste tecniche gli approcci metodologici possono essere differenti, ma generalmente si basano sull’impiego di strumenti laser scanner. Le tecniche di image-based modelling si basano invece sull’impiego di immagini digitali e di tecniche fotogrammetriche di autocorrelazione. Lo sviluppo di queste tecniche, avvenuto negli ultimi anni, consente di ottenere la ricostruzione della superficie degli oggetti con una accuratezza e un livello di dettaglio simile a quello ottenuto con gli strumenti laser scanner. In genere, la scelta del metodo dipende da vari fattori e condiziona in maniera determinante l’esecuzione del lavoro di rilievo e di elaborazione dei dati metrici.L’attività dell’Unità di Ricerca dell’Università di Palermo sarà indirizzata ad approfondire i limiti e le possibilità di utilizzo delle tecniche range-based modelling e image-based modelling in relazione ai seguenti fattori:- le caratteristiche della superficie da studiare- l’accuratezza richiesta- le dimensioni dell’oggettoTali condizioni, anche se non esaustive di tutte le problematiche che si possono presentare, rappresentano sicuramente alcuni degli aspetti più importanti per la corretta esecuzione delle operazioni di rilievo.La ricerca sarà condotta utilizzando come casi di studio Beni Culturali che presentino caratteristiche tipologiche differenziate come ad esempio siti archeologici, edifici e chiese storiche, reperti ed opere di ridotte dimensioni. Per ogni caso studio saranno eseguite le operazioni di rilievo sia con tecniche range-based modelling sia con tecniche image-based modelling. In una prima fase si procederà al confronto tra i dati metrici ottenuti dai rilievi per potere valutare sperimentalmente ed in varie situazioni operative le differenze in relazione ai fattori indicati precedentemente.Successivamente saranno verificate le procedure più idonee

    Key findings

    Tecnologie dell'Informazione e delle Comunicazioni (ICT)
    StatoAttivo
    Data di inizio/fine effettiva1/1/08 → …