Meccanismi di attivazione e di differenziazione dei linfociti T gamma/delta nella difesa contro i tumori.

    Progetto: Research project

    Dettagli progetto

    Description

    Gli obiettivi dell’Unita’ di Ricerca sono: 1) valutare l’attivazione e induzione delle funzioni effettrici dei linfociti T Vgamma9/Vdelta2/Vdelta 2, ottenuti dal sangue periferico di soggetti sani, in presenza di stimolazione antigenica e/o di citochine omeostatiche; 2) valutare in vitro la diversa distribuzione dei subsets dei linfociti T V gamma 9/Vdelta2, ottenuti dal sangue periferico di pazienti con tumore, dopo trattamento con aminobifosfonati in combinazione con diverse citochine (IL-2 o IL-15), allo scopo di generare un sufficiente numero di linfociti con attività effettrice di tipo citotossica nei confronti delle cellule tumorali. Il progetto è articolato in due fasi, della durata di 12 mesi ciascuna. Nel corso della prima fase del progetto di ricerca gli obiettivi saranno: 1. Valutare i differenti subsets di linfociti V gamma 9/Vdelta2 ottenuti dal sangue periferico mediante analisi fenotipica dell’espressione di molecole di membrana; 2. Valutare la differenziazione dei vari subsets linfocitari in seguito a stimolazione con fosfoantigeni o con citochine omeostatiche quali IL-7 e IL-15; 3. Valutare gli eventuali effetti indotti dalla stimolazione con citochine omeostatiche, con particolare riferimento alla proliferazione, produzione di citochine e chemochine ed attività citotossica. I linfociti V gamma 9/Vdelta2 saranno isolati da PBMC mediante anticorpi monoclonali anti-V delta 2 coniugati a biglie immunomagnetiche, marcati con anticorpi anti-CD27 e anti-CD45RA e separati mediante Cell Sorter in 4 subsets (naive, memory, effettori e terminalmente differenziati). La proliferazione dei linfociti V gamma 9/V delta 2 verrà valutata mediante diluizione di CSFE e marcatura intracitoplasmatica con anticorpo anti-Ki67. La produzione di citochine e chemochine verrà valutata mediante dosaggio ELISA dei supernatanti, utilizzando kit commerciali. L’attività citotossica verrà valutata indirettamente analizzando l’espressione intracitoplasmatica di perforina e granulisina e direttamente mediante studio della citotossicità verso cellule Daudi. Infine, la differenziazione dei linfociti V gamma 9/V delta 2 di tipo memory in cellule effettrici e terminalmente differenziate verrà valutata incubando i linfociti V gamma 9/V delta 2 memory, separati come precedentemente descritto, con i fosfoantigeni, in presenza o meno di IL-15 per 7 giorni e la popolazione generata verrà studiata alla fine della coltura sia dal punto di vista fenotipico che funzionale (produzione di citochine e citotossicità). Gli obiettivi della seconda fase di ricerca sono: 1. Valutare l’espansione e la differenziazione dei linfociti gamma/delta. in vitro con aminobifosfonati ed IL-15 e la generazione di un sufficiente numero di linfociti con attività effettrice di tipo citotossica nei confronti delle cellule tumorali. L’obiettivo del nostro studio è quello di valutare in vitro gli effetti di differenti aminobifosfonati sulla differenziazione e sull’ attivazione dei linfociti V gamma 9/V delta 2. Questi aminobifosfonati verranno testati in presenza di basse dosi di IL-2 o di IL-15 e quelli che determineranno in vitro una differenziazione verso il fenotipo effettore/citotossico potranno essere utilizzati in vivo in combinazione con IL-2 o IL-15. I linfociti Vgamma9/Vdelta2 ottenuti da PBMC dei pazienti con tumore della prostata o tumore dalla mammella verranno isolati come precedentemente descritto e messi in coltura; gli aminobifosfonati verranno aggiunti ai linfociti, a diverse concentrazioni, all’inizio della coltura ed al terzo giorno di coltura verranno aggiunte le citoch

    Layman's description

    I linfociti T gamma/delta come effettori della risposta immune nelle malattie tumorali: meccanismi di attivazione ed applicazioni cliniche
    StatoAttivo
    Data di inizio/fine effettiva1/1/05 → …