Marchi ed etichette dei prodotti agroalimentari: strumento strategico per l'impresa e strumento di scelta per i consumatori.

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Layman's description

L’evoluzione della società ha portato, negli ultimi quaranta anni, ad un cambiamento dei bisogni da parte dei consumatori oggi sempre più attenti anche agli aspetti sociali ed ambientali legati all’agricoltura (Taylor 1970). Il consumo dei prodotti agroalimentari, diventato ormai anche un atto sociale, richiede prodotti con attributi, relativi ai processi di produzione e/o di distribuzione, spesso non tangibili, ad esempio biologici o del commercio equo e solidale.
Allo stesso tempo nel settore agroalimentare, sulla base di iniziative pubbliche e private, standard di qualità (di prodotto e/o di processo) sono stati istituiti negli ultimi anni attraverso numerosi sistemi di certificazione sia tra i produttori ed i rivenditori/trasformatori (B2B) che attraverso i prodotti al dettaglio (B2C). Tuttavia, la profusione di norme e loghi che ne è conseguita rischia di creare confusione e conduce ad una perdita di credibilità tra i consumatori.
Per ridurre la conseguente asimmetria informativa i marchi e le etichette dei prodotti rappresentano per l’impresa uno strumento di promozione della produzione veicolando le informazioni relative agli attributi tangibili ma soprattutto “non tangibili” dei prodotti, rendendoli più “familiari” e dunque più credibili agli occhi del consumatore.
La maggior parte dei consumatori dichiara di essere disposto a pagare di più per un prodotto che essi percepiscono come rispettoso della salute, dell’ambiente o eticamente superiore. Per questo motivo, in mancanza di altre informazioni, al momento della decisione di acquisto, le etichette diventano un mezzo per acquisire informazioni e guidare le scelte di acquisto. Infine le etichette, come strategia di differenziazione del prodotto, influenzano il comportamento strategico delle imprese, l’organizzazione della supply chain e l’evoluzione dell’etichetta stessa.
Lo studio delle etichette risulta dunque fondamentale e di stretta attualità tanto per le imprese quanto soprattutto per il consumatore che richiede sempre più servizi e la certificazione degli stessi per soddisfare i propri bisogni non più primari ma prettamente sociali legati alla sicurezza alimentare, alla sostenibilità ed a diversi altri valori condivisi.

Viste le premesse, la ricerca si propone l’obiettivo di individuare e selezionare possibili variabili utili alla definizione di alcuni parametri (indicatori di qualità) da includere nelle etichette e lo sviluppo di differenti forme di comunicazione da parte dell’impresa. Tali informazioni associate ai punti di forza delle produzioni agroalimentari aiuteranno a definire possibili “Linee guida” per intraprendere percorsi di valorizzazione delle stesse produzioni.
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/12 → …