Luce e colore: sperimentazioni visive e tecnologie contemporanee

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Description

La ricerca propone un tema che emerge in vari aspetti e momenti della cultura del design ed è attualmente oggetto di progetti e sperimentazioni che incrociano funzionalità, competenze e conoscenze diverse. Infatti il binomio luce-colore è proposto oggi sia nelle produzioni più avanzate di light design che nelle proposte più innovative di urban design, mentre si amplia il campo di produzione di oggetti d'uso che aggiungono ad una fuzionalità consueta una performance luminosa; in tali ambiti la luce è diventata sempre più sinonimo di colore e viceversa il colore tende ad 'illuminarsi' attraverso i caratteri sempre più sofisticati di nuovi materiali e processi di produzione. Il progetto di ricerca propone un'indagine che proponga una lettura sistematizzata da criteri metodologici scientifici e riportata in un quadro complessivo di esperienze storicizzate,di tali proposte e fenomeni contemporanei

Layman's description

A partire da un'indagine già avviata sul progetto della luce quale ambito qualificante del design italiano, il progetto di ricerca si propone di allargare il campo di riflessione teorica e avviare ulteriori modalità d'azione e d'innovazione progettuale indipendenti dalla settorializzazione della produzione che inevitabilmente tende a stutturare la cultura del design e parzialmente anche la didattica. Il progetto quindi procederà a elaborare metodologie e contenuti rispetto ai seguenti obiettivi: 1- indagare le matrici e l'evoluzione storica degli studi sul colore e sulla luce sviluppati nell'ambito della didattica e del progetto di design; 2- analizzare e proporre, come modalità progettuale diffusa della contemporaneità, le potenzialità espressive e cognitive del binomio luce-colore nel design e nelle sperimentazioni artistiche diffuse; 3- evidenziare le principali linee di evoluzione delle tecnologie contemporanee,dai led alle micro e nanotecnologie, che ne possono potenziarne in maniera straordinaria e sopratutto diffusa, la percezione e le applicazioni; 4- evidenziarne le potenzialità, rispetto alla qualità ambientale alle diverse scale, del progetto di design che, per altri aspetti, tende sempre di più a caratterizzarsi nello spazio pubblico della rappresentazione (o privato dell'autorappresentazione) e nella dimensione 'fluida' e dinamica dello scenario urbano
La ricerca si avvarrà di una prima fase di rilettura critica dei momenti della storia del design e della ricerca artistica contemporanea in cui è maggiormente evidente l'emergere dell'interazione tra la luce e il colore, visti come fattori primari della costruzione del progetto, sia di natura artistica che finalizzato ad una funzionalità precisa. Quindi si proverà a elaborare dei criteri di selezione e di comunicazione delle esperienze più significative, focalizzando l'attenzione su i caratteri scientifici, tecnologici, didattici da una parte, le strumentazioni e intenzionalità artistiche e comunicative dall'altra.
Successivamente si elaboreranno prelievi significativi di informazioni e immagini dalla contemporaneità più immediata, evidenziando le relazioni tra i diversi ambiti del progetto, ma proponendo anche quell'unità e continuità spazio-temporale dell'esperienza che caratterizza la contemporaneità; quindi un ambito privilegiato di osservazione sarà la scena urbana, in cui confluiscono percorsi fisici e mentali, progetti di temporalità diverse, eventi pubblici e fatti autobiografici.
Parallelamente si elaboreranno materiali scientifici di supporto e di integrazione, approfondimenti con incontri e interviste a specialisti o aziende.
Il risultato finale, da sviluppare nella seconda annualità del programma, sarà visualizzato e diffuso attraverso il progetto di una mostra e di una pubblicazione che proponga studi, progetti, prodotti, ma anche uno spazio che, attraverso l'interazione tra luce e colore, racconti in maniera dinamica i risultati della ricerca.
Base di partenza scientifica
La riflessione teorica e la sperimentazione sugli elementi fondamentali della percezione e della visione, quali la luce e il colore, sono stati ambiti centrali nella strutturazione della didattica 'scientifica' del design, connotata quindi da un forte contenuto sperimentale e innovativo e strettamente connessa alla sperimentazione sulle tecnologie emergenti. Parallelamente anche alcuni versanti delle pratiche artistiche contemporanee e contigue all'affermazione del design come disciplina hanno sviluppato intorno al binomio luce-colore, processi, metodi di lavoro e teorizzazioni per molti versi contigue agli avanzamenti delle ricerche scientifiche e tecnologiche. Gli anni '80 hanno inoltre visto l'avvio della teorizzazione del concetto di 'design primario' (C. Castelli, A. Branzi), che designava la luce e il colore come elementi tra i più rilevanti del progetto contemporaneo, caratterizzato da immaterialità e sensorialità; teorie
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/07 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.