L’intelligenza emotiva: differenze di genere e relazioni con il successo scolastico dalla preadolescenza all’adolescenza.

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Layman's description

Il concetto di Intelligenza Emotiva (d’ora in poi IE) è relativamente giovane nella letteratura scientifica, ma in poco più di quindici anni dalla sua prima elaborazione (Salovey e Mayer, 1990) ha sollecitato un numero considerevole di contributi teorici.
Nell’area di ricerca dell’IE, esistono tuttavia una serie di controversie, legate sia alla diversità dei costrutti di riferimento che dei relativi strumenti di misurazione (per una discussione più approfondita si rimanda a D’Amico, 2012). Infatti, mentre molti strumenti sviluppatisi in seno ai cosiddetti mixed models (Mayer et al., 2000) o trait-EI models (Petrides e Furnham, 2000; 2001; 2003) si basano su una metodologia di misurazione self-report, in cui si chiede quindi ai soggetti di auto-valutare le proprie capacità emotive, nella tradizione dello studio dell’IE come abilità, è stato utilizzato il MSCEIT (Mayer et al., 2002, adattamento italiano a cura di D’Amico e Curci, 2010) e la sua precedente versione denominata MEIS (Mayer, Caruso, & Salovey, 1999), che si configura come un test di massima performance, mirato quindi a misurare vere e proprie prestazioni di IE.
Ne deriva una grande difficoltà a parlare in senso unitario di IE, ed a confrontare i risultati di studi condotti con strumenti così diversi, che sottendono modelli teorici altrettanto differenti e che mostrano livelli di validità convergente insufficienti (Brackett e Mayer, 2003).
Ciò si dimostra, oltre che in molti altri campi di ricerca, anche in quello delle differenze di genere, in quanto le donne ottengono punteggi superiori rispetto agli uomini sia nei test di abilità, mentre la stessa differenza di genere non si riscontra usando strumenti di self-report.
Un altro ambito in cui si riscontrano discordanze di questo tipo è quello delle relazioni tra IE e successo scolastico: negli studi in cui si utilizzano misure di self report le relazioni tra successo scolastico e IE non sono regolari. Mentre, al contrario, studi condotti con il MSCEIT in studenti dell’ultimo anno di scuola dimostrano un più stabile valore predittivo dell’IE misurata come abilità rispetto al successo scolastico.
Il quadro diviene ancora più complicato quando ci si propone di esaminare la letteratura sull’intelligenza emotiva relativa ai preadolescenti o adolescenti: infatti, in questo ambito, la carenza di strumenti di misurazione, anche a livello internazionale, impone il ricorso a studi condotti con metodologie diverse e strumenti diversi che, pur esaminando abilità o auto percezioni relative alle emozioni, non sono considerati dagli stessi autori come strumenti di intelligenza emotiva.

Nonostante le limitazioni, l’insieme dei risultati della letteratura brevemente esaminati dimostra che l’IE è una dimensione importante in diversi contesti di vita degli individui, e può verosimilmente esserlo ancor più nel corso della preadolescenza e dell’adolescenza.
Per tali ragioni, è stata di recente portata a termine la realizzazione e standardizzazione di un nuovo strumento di misurazione dell’IE, specificatamente destinato ad adolescenti e preadolescenti: il test IE-ACCME (Intelligenza Emotiva – Abilità, Credenze e Concetto di sé Meta-Emotivo, D’Amico, 2012). Il test si propone di superare la dicotomia tra modelli teorici e modalità di misurazione, integrando, all’interno di un unico strumento – ispirato al modello teorico di Mayer e Salovey (1997) - sia modalità di misurazione di performance che modalità di misurazione basate su metodologie di self report.
Il presente progetto, grazie anche all’utilizzo di questo strumento, mira appunto alla realizzazione di un’analisi più ampia ed articolata delle differenze di genere, dello sviluppo dalla preadolescenza all’adolescenza, e del ruolo delle diverse dimensioni di IE nel successo scolastico, che per il preadolescente e l’adolescente è il contesto di vita maggiormente pregnant
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/12 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.