L'esperienza siciliana nell'opera di Karol Szymanowski

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Layman's description

La Sicilia ebbe un ruolo determinante nell’immaginario e nella maturazione creativa di Karol Szymanowski (1882-1937), il più importante compositore polacco della prima metà del Novecento, l’unico di statura europea. L'isola mediterranea divenne meta prediletta dei suoi viaggi ed esercitò un fascino irresistibile sul suo animo, sprigionando energie creative insospettate e lasciando un’impronta decisiva su tutta la sua produzione successiva. I miti greci, la poesia persiana e le fiabe arabe alimentarono il suo pensiero creativo e divennero fonti d’ispirazione di alcuni dei suoi brani musicali e letterari: assimilate e trattate in maniera personale, contribuirono a creare uno stile compositivo raffinato e inconfondibile. L’Università di Palermo vanta una lunga tradizione di studi sulla musica polacca grazie all'azione e agli studi di Paolo Emilio Carapezza (che già nel 1968 ottenne una borsa di studio presso l’Università di Varsavia); e con le Università e le istituzioni musicali polacche si è attivata da tempo una feconda corrente di scambi, esperienze, conoscenze, attività (attualmente è in corso di pubblicazione, a cura di Maciej Jablonski e Pietro Misuraca, un numero della rivista «Interdisciplinary Studies in Musicology» monograficamente dedicato alla musica italiana contemporanea, con contributi in lingua inglese di studiosi italiani e polacchi). Proprio a Palermo, nel 1949, fu rappresentato per la prima volta in Italia uno dei massimi capolavori di Szymanowski, l’opera Re Ruggero (alla quale i luoghi e le immagini furono forniti da gruppi di monumenti siciliani: il Palazzo dei Normanni e la Cappella Palatina, il Duomo di Monreale, gli antichi teatri di Siracusa, Segesta e Taormina), in seguito riproposta al Politeama nel 1992 (in una versione ritmica in lingua italiana a cura di Paolo Emilio Carapezza e Michał Bristiger) e ancora nel 2005, in lingua originale, al Teatro Massimo. In continuità con questa forte tradizione si pone quindi il presente progetto di ricerca, i cui risultati potrebbero confluire nella prima monografia in lingua italiana su Karol Szymanowski. Non esistono infatti in Italia studi musicologici significativi sull’argomento. Il progetto si propone pertanto d’indagare l’opera di Szymanowski nella sua interezza, attraverso l’analisi delle composizioni e quella intertestuale delle relazioni tra poesia e musica: oltre a numerose composizioni sinfoniche e cameristiche e a un’ampia produzione pianistica già approfonditamente studiata (cfr. Pietro Misuraca, L’opera pianistica di Karol Szymanowski, dissertazione di dottorato in Storia e Analisi delle Culture Musicale, Università di Roma “La Sapienza”), il catalogo di Szymanowski comprende infatti 134 canti per voce e pianoforte: raggruppati in diversi cicli e composti quasi ininterrottamente tra il 1898 e il 1932, costituiscono un’importante testimonianza dei cambiamenti del suo stile, nonché dei suoi rapporti con il mondo culturale e artistico contemporaneo. Una parte rilevante delle fonti è costituita da manoscritti, autografi, schizzi, corrispondenze e altri documenti conservati presso l'Archivio dei Compositori Polacchi del XX secolo della Biblioteca dell’Università di Varsavia. Al Museo Nazionale di Cracovia, nella sezione Museo di Karol Szymanowski “Atma”(residenza di Szymanowski negli anni 1930-1936) di Zakopane si conservano invece la biblioteca personale e altri documenti originali del compositore. Le ricerche d’archivio richiederanno pertanto uno o più soggiorni in Polonia. Nella pubblicazione monografica verrà presa in considerazione l’intera produzione di Szymanowski (che attraversa e riassume in sé un cinquantennio di storia della musica europea, all’incirca dal 1880 al 1930). L’esperienza siciliana resterà tuttavia il momento fondamentale della trattazione, essendo la maturità creativa del musicista strettamente correlata alla svol
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/12 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.