L’EFFETTO DEI CAMBIAMENTI GLOBALI (CLIMA E USI DEL SUOLO) SULLA DISTRIBUZIONE, DEMOGRAFIA E DISPERSIONE DI SPECIE DI VERTEBRATI VULNERABILI DELL’AREA MEDITERRANEA

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Layman's description

Cambiamenti globali, intesi come modifiche climatiche e di uso del suolo, sono stati indicati come alcuni dei principali fattori che influiscono negativamente sulla biodiversità. In accordo con le priorità dei paesi del G8, il Ministero dell'Ambiente ha recentemente indicato specifici obiettivi verso cui la ricerca italiana dovrebbe focalizzare i propri sforzi per preservare la biodiversità.
Il progetto vuole perseguire gli scopi indicati dalla Strategia Nazionale per la Biodiversità per valutare e quantificare gli effetti reali dei cambiamenti climatici e di uso del suolo per migliorare l'efficienza delle azioni di conservazione della biodiversità di specie prioritarie e rappresentative a livello Europeo. il Grillaio (Falco naumanni) e la Ghiandaia marina (Coracias garrulus) sono alcune delle specie oggetto di studio scelte per la loro vulnerabilità e, in quanto Insettivori, per il ruolo chiave all'interno degli ecosistemi e quindi della biodiversità.
Obiettivi specifici vorranno determinare: i) le variabili ambientali che influenzano la distribuzione e abbondanza delle specie studiate; ii) proiezioni future delle risposte delle specie a ulteriori modifiche ambientali, iii) meccanismi individuali innescati dai cambiamenti globali e influenti sulla popolazione, iv) risultati generalizzabili esportando i modelli predittivi ottenuti alle comunità animali di pseudo-steppa mediterranea.
Le popolazioni prescelte sono oggetto di studio a partire da più di 10 anni e si hanno quindi dati quantitativi e conoscenze necessarie per analizzare effetti a medio termine di clima e uso del suolo. Si adotteranno diversi approcci metodologici per perseguire gli obiettivi specifici prima indicati. Saranno utilizzati i metodi statistici più aggiornati in grado di analizzare serie temporali di dati per ottenere trend di popolazione, modelli di distribuzione, tassi di sopravvivenza e rischio di estinzione in relazione alle variabili climatiche e di uso del suolo. Inoltre, si adotterà il nuovo approccio bottom-up per esaminare i potenziali cambiamenti degli aspetti comportamentali e genetici come fattori in grado di influire sui singoli individui e, a cascata, sulle dinamiche di popolazione.
L’accesso a banche dati climatiche permetterà di tradurre i risultati ottenuti in termini di predittori di distribuzione e abbondanza delle specie target e di fornire proiezioni future sui cambiamenti della biodiversità che potrebbero avvenire se il riscaldamento globale procedesse nel tempo.
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/12 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.