Le Sicilie possibili: progetti non realizzati e opere scomparse (XV-XIX secolo). L'architettura delle istituzioni.

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Description

Questa ricerca si pone come uno dei percorsi investigativi individuati nell’ambito del tema generale “Le Sicilie possibili: progetti non realizzati e opere scomparse (XV-XIX secolo)”, che verrà svolto in modo coordinato da alcuni gruppi di ricerca appartenenti al SSD ICAR/18 e afferenti allo stesso dipartimento (DISPA).
Nel caso delle opere di committenza istituzionale, sia civile che religiosa, è indubbio che le valenze monumentali e rappresentative di cui necessariamente venivano caricati i programmi costruttivi, determinavano sia dibattiti accesi sulle soluzioni da adottare, sia la necessità di aggiornare continuamente, secondo i nuovi linguaggi e le nuove necessità funzionali, tali edifici. Sulle architetture promosse dai governi monarchici, dalle municipalità, dalle istituzioni vescovili, è possibile, quindi, reperire sia progetti non realizzati sia elaborazioni grafiche e materiale documentario sulla trasformazioni adottate nel tempo, la cui individuazione può restituirci un’immagine “alternativa” del patrimonio architettonico siciliano oggi conosciuto e fornire un diverso e più completo quadro critico della storia architettonica isolana

Layman's description

L’obiettivo che la ricerca si propone di raggiungere, in prima istanza, è di ricomporre in un quadro più organico l’insieme di conoscenze e contributi parziali, seppure di fondamentale importanza, che fino ad oggi sono stati sviluppati in relazione al tema dell’architettura promossa dalle istituzioni civili e religiose: l’autorità monarchica, le municipalità, le cattedre vescovili.
Sappiamo che riguardo alle sedi dell’amministrazione regia, ai palazzi municipali e ai monumenti urbani, alle cattedrali e alle residenze vescovili (basti solo pensare alle fabbriche palermitane), esistono raccolte di disegni e progetti di architetture, conservate in collezioni isolane ed extraisolane, che restituiscono un vasto repertorio di opere non realizzate e di soluzioni progettuali alternative rimaste sulla carta, così come è possibile reperire gli elaborati di soluzioni adottate in particolari momenti e cancellati successivamente da nuovi interventi o da eventi catastrofici, che hanno determinato la definitiva scomparsa di taluni edifici, anche di una certa rilevanza.
Si intende, quindi, con tale azione investigativa restituire in forma più complessa ed esauriente i connotati culturali dell’azione istituzionale nel settore dell’architettura e della progettazione urbana, individuando in tal senso le valenze specifiche delle singole istituzioni nelle diverse realtà urbane della Sicilia, in modo da restituire un’immagine inedita, e perciò fin qui trascurata, della cultura architettonica isolana, di cui però è necessario tenere conto nella costruzione di un quadro storico-critico corretto.
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/07 → …