La filiazione. Uno studio di diritto comparato.

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Layman's description

Il tema della filiazione copre un arco di tematiche particolarmente vasto e di sicuro interesse. In esso, infatti, sono ricompresi argomenti estremamente sensibili – sia a livello sociale che giuridico – che pongono questioni alle quali differenti risposte sono offerte dagli ordinamenti nazionali.
Un primo, rilevantissimo, tema è rappresentato dal cospicuo dibattito che si è sviluppato – nel corso degli anni e nei diversi sistemi giuridici – in ordine al momento antecedente alla nascita. Ci si riferisce, in particolare, ai problemi che derivano dalla regolamentazione della procreazione medicalmente assistita, con un legislatore costretto a trovare una difficile sintesi tra l’ansia di coloro che – privi della naturale capacità generativa – cercano di sfruttare tutte le risorse potenzialmente offerte dalla scienza medica e, per converso, le istanze sociali tese a porre dei limiti precisi a tecniche che rischiano di oltrepassare i limiti posti dall’ordine pubblico.
Un secondo – ma non meno importante – argomento di studio ed approfondimento (sempre in relazione al tempo prenatale) è costituito dalla tensione che si potrebbe creare tra la tutela da offrire all’embrione umano e la ricerca, clinica e sperimentale, che da questo e dalle sue cellule staminali potrebbe trarre impulso.
Un ulteriore tema da sviluppare è costituito da una analisi, da svolgere in chiave comparatistica, in relazione agli eventuali profili di responsabilità che possono discendere dalla procreazione. Ci si riferisce, in particolare, a tutti quei pregiudizi che potrebbero discendere dalla nascita di un soggetto affetto da particolari patologie o malformazioni, senza alcuna diagnosi prenatale correttamente resa dal personale sanitario.
La filiazione, inoltre, presenta all’indagine del comparatista le questioni che discendono dal diritto a conoscere le proprie origini, declinate a seconda che si tratti di adozione, di parto anonimo ovvero di procreazione medicalmente assistita realizzata con la cessione di gameti da parte di donatori.
Da ultimo, un particolare rilievo è assunto dallo studio relativo ai caratteri della potestà genitoriale, necessariamente interpretata secondo i canoni propri di quella che è stata efficacemente descritta in dottrina come “l’era della cura e dell’ascolto del minore”. In altri termini, quindi, si cercherà di approfondire quali siano i limiti imposti ai genitori, soprattutto con riferimento alle scelte educative del minore, quando la volontà di costoro dovesse confliggere con un diverso orientamento manifestato dalla prole.
La ricerca sarà svolta attraverso un costante raffronto tra l’ordinamento giuridico italiano e quello inglese, al fine dichiarato di cogliere eventuali spunti utili anche a possibili riforme normative. Gli strumenti saranno offerti dall’esame di una cospicua mole di precedenti giurisprudenziali (soprattutto per quanto riguarda l’ordinamento anglosassone), in modo da raffrontare l’incidenza dei diversi elementi fattori sul tema proposto.
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/12 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.