LA FERRITINA COME MARKER DI STEATOSI EPATICA

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Description

Solide evidenze epidemiologiche documentano una forte associazione tra elevati livelli di ferritina e malattie croniche di fegato. Pertanto per identificare se la ferritina è un fattore di rischio indipendente di presenza e severità della statosi, abbiamo deciso di studiare prospettiva mente circa 100 pazienti Questa coorte deve rispondere ai seguenti criteri di inclusione: 1. danno cronico di fegato di varia eziologica intesa come ipertransaminasemia nota da oltre 6 mesi; 2.assenza di iperconsumo alcolico 3. assenza di obesità (BMI < 30). I livelli di ferritina dovranno essere per le donne superiori a 200 mcg/l e per gli uomini superiori a 300 mcg/l, in assenza di sovraccarico intraepatico di ferro. Il "gold-standard" per la definizione della presenza e della severità della steatosi sarà la biopsia epatica, che consentirà inoltre di valutare la presenza di un eventuale sovraccarico primitivo di ferro. Le variabili identificate come predittori di steatosi saranno valutate tramite regressione logistica. Nell'ambito di questo progetto tutti i pazienti verranno studiati per la presenza di sindrome metabolica e verrà inoltre quantificato l'eventuale presenza di rischio cardiovascolare precoce. Il rischio cardiovascolare sarà identificato tramite valutazione della mediante ECG, pressurometria, ecocardiografia e del dosaggio della microalbuminuria

Layman's description

La ferritina come marker di statosi epatica
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/06 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.