iPlanning - Integrated Planning Management

    Progetto: Research project

    Description

    Si definisce “progetto” o “commessa” un’attività complessa, unica e di durata determinata, rivolta al raggiungimento di un obiettivo chiaro e predefinito mediante un processo continuo di pianificazione e controllo di risorse differenziate e con vincoli interdipendenti di costi-tempi-qualità. Fanno parte di questa categoria tutte le realizzazioni di opere uniche come, ad esempio, le opere edili e le realizzazioni impiantistiche. Il Project Management, assume oggi un ruolo sempre più strategico per il successo di un’iniziativa. La definizione e l’applicazione di una gestione strutturata, logica ed organizzata di un progetto migliora l’operatività di un’organizzazione, limitando il rischio di mancato raggiungimento degli obiettivi prefissati soprattutto in un contesto ormai indispensabile di forte innovazione, caratterizzato da un elevato grado di imprevedibilità che varia a seconda della tipologia e dell’ambito in cui si opera. Le imprese, in una gestione per progetti, si trovano ad operare in un sistema reso complesso da diversi fattori: dalla normativa, dalle tecnologie, dal rispetto di tempi e costi, dal numero degli stakeholder e dalle relazioni che ne conseguono e dalle risorse limitate. Riuscire a governare il processo di avanzamento delle attività vuol dire poter controllare meglio tutte le variabili in gioco, principalmente i costi e i tempi di realizzazione, ma anche saper far fronte in maniera più consapevole ed efficace alle eventuali, spesso inevitabili, variazioni in corso d’opera che possono essere causate sia da esigenze interne che esterne (variazioni dettate dal committente o da fattori burocratici o economici).Nel corso di questo complesso processo gli strumenti informatici, assumono sempre di più un ruolo sostanziale, testimoniato dall’ampia offerta del mercato internazionale il quale annovera software che supportano le imprese nella impostazione dei processi di gestione, nella stesura standardizzata di documenti, nelle tecniche di pianificazione, nel monitoraggio e controllo, nella contabilizzazione e chiusura dei progetti. Tali moduli non sono sempre integrati tra loro e spesso sono pensati per aziende con una dimensione media troppo distante dal nostro tessuto produttivo. Le Piccole e Medie Imprese (PMI), costituiscono il 98,8% di tutte le imprese europee (91,5% micro imprese e 7,3% piccole imprese) e soprattutto nel nostro contesto produttivo regionale è molto rilevante la quota di aziende che si dedicano alla produzione su commessa, senza peraltro riuscire ad operare in un reale ambiente di Project Management, applicandone i principi e strumenti.

    Layman's description

    Il programma proposto si pone quale obiettivo generale la realizzazione di un prototipo di sistema software da parte della Capofila da implementare presso le aziende partner, ai fini di una gestione efficace delle proprie commesse di lavoro, con il supporto scientifico e funzionale dell’Organismo di ricerca. Nello specifico i soggetti proponenti intendono realizzare un prototipo che consenta l’integrazione operativa su più siti produttivi, sia interni che esterni all’impresa, nonché l’integrazione delle diverse attività connesse al Project Management, fornendo al contempo una metodologia standardizzata per la pianificazione e la gestione di tutte le fasi di lavoro, attraverso l’utilizzo della piattaforma. L’attività di sviluppo sperimentale sarà accompagnata dal follow-up dell’Organismo di ricerca che supporterà i partner in corso d’opera per la risoluzione di tutte le criticità legate agli aspetti particolarmente innovativi.Pertanto, lo sviluppo sarà caratterizzato da un feedback continuo tra i partner e l’Ente di ricerca, secondo un processo di gestione ciclico tipico del “miglioramento continuo” del tipo “pianificazione  attuazione  controllo  revisione  pianificazione…”, tanto più stretto a seconda della criticità della attività in corso. La definizione di deliverables in stadi intermedi del progetto garantirà inoltre i momenti di verifica e confronto istituzionali.Da notare, infine, che tutte le fasi progettuali saranno seguite tenendo conto esse stesse delle più moderne tecniche di Project Management, ciò grazie alla consolidata esperienza dei partner nella gestione di progetti complessi e al know how in possesso dell’Organismo di ricerca: si provvederà quindi ad una pianificazione delle attività di dettaglio e ad una revisione continua massimizzando l’attenzione all’analisi dei rischi, problematica particolarmente sensibile in tutti i progetti di ricerca e innovazione. L’intervento di innovazione organizzativa, realizzato di concerto con le attività di sviluppo sperimentale, contribuirà ad ottimizzare la struttura organizzativa delle imprese, ognuna secondo proprio ruolo coerente con il progetto stesso ed anche in funzione delle successive opportunità: la Capofila, infatti, aumenterà i sui skills nella gestione delle commesse manifatturiere e modellerà la propria struttura verso una organizzazione di consulting specialistica; le imprese partner innoveranno i loro modelli organizzativi verso un sistema spinto di Project Management, necessario per la loro evoluzione strategica sul mercato e per meglio sfruttare l’output dell’azione di sviluppo sperimentale.

    Key findings

    Nanotecnologie, materiale e produzione
    StatoAttivo
    Data di inizio/fine effettiva1/1/11 → …