Indagini fitogeografiche, ecologiche e tassonomiche sulle briofite dell'area mediterranea.

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Description

La ricerca è finalizzata al miglioramento delle conoscenze sulle briofite del Bacino del Mediterraneo, rivolgendo particolare attenzione alla brioflora della Sicilia che in considerazione della centralità dell’Isola nell'area studiata è indubbiamente molto rappresentativa. Sono oggetto di studio flore di diversi ambienti naturali e a vario grado di antropizzazione (ambienti seminaturali, agroecosistemi, siti archeologici, centri urbani) per acquisire dati non solo distributivi ma anche sull’ecologia delle specie. Le flore studiate sono poi oggetto di comparazioni per evidenziarne le peculiarità e per valutazioni della qualità ambientale. E’ infatti ampiamente riconosciuto che le flore esprimono la diversità chimico-fisica e biologica dell’ambiente, nonché il grado di antropizzazione.
Per determinati generi e specie critiche sono condotte indagini sistematiche, fondate oltre che su revisioni di campioni di erbario, sull’esame della variabilità morfologica intrapopolazionale e interpopolazionale dei caratteri macro- e microscopici.
Gli studi sulla biologia delle specie includono indagini di fenologia riproduttiva e vegetativa per comprendere l’adattamento dei cicli vitali all’ambiente mediterraneo.
Un’attenzione particolare viene rivolta ai taxa minacciati o di notevole interesse fitogeografico in quanto costituiscono la componente di maggiore rilevanza delle brioflore ai fini della tutela della biodiversità. Ad essi sono dedicate indagini sulle condizioni ecologiche stazionali, studi demografici (stima delle dimensioni, dell’età media delle popolazioni, della crescita vegetativa media annuale, indagini di fenologia riproduttiva e della variabilità morfologica intra e interpopolazionale) tassonomici e genetici (analisi della variabilità genomica intra e interpopolazionale mediante marcatori biochimici e molecolari). I risultati di questi studi oltre a far conoscere meglio questi rilevanti taxa permettono di quantificare l’entità del loro rischio di estinzione. Vengono inoltre effettuate prove di coltura e di riproduzione tramite frammenti, germinazione di spore e di propaguli al fine di trovare sistemi di propagazione e trapianto.
Per il prosieguo della ricerca saranno impiegate le apparecchiature del Dipartimento di Scienze Botaniche. Si rendono tuttavia necessari l’acquisto di opere monografiche e di altre apparecchiature indispensabili alle indagini di laboratorio e alla informatizzazione dei dati, nonché confronti d’erbario presso sedi nazionali ed estere. Le indagini verranno condotte con l'apporto di collaboratori esterni.

Layman's description

La ricerca si propone i seguenti obiettivi:
1) acquisire nuovi dati sulla distribuzione dei taxa;
2) delineare un quadro più definito delle esigenze ecologiche dei taxa in ambiente mediterraneo;
3) migliorare le conoscenze tassonomiche nell’ambito di generi complessi e di taxa critici;
4) acquisire dati sulla fenologia riproduttiva e vegetativa per la comprensione dello svolgimento dei cicli vitali delle briofite nell’area mediterranea;
5) comprendere la dinamica delle popolazioni e la capacità riproduttiva dei taxa a rischio di estinzione;
6) analizzare i caratteri delle flore di diversi ambienti per comparazioni e valutazioni della qualità ambientale;
7) fornire dati utili per una cartografia floristica, per la conservazione della biodiversità. e la pianificazione territoriale.

In considerazione dell’articolazione della ricerca e degli obiettivi che ci si prefigge di raggiungere vengono condotti:
1) rilevamenti floristici in ambienti naturali e seminaturali, in agroecosistemi, in siti archeologici e in aree urbane;
2) localizzazione delle stazioni ed estensione delle popolazioni tramite GPS;
3) rilevamento di dati ecologici stazionali e microambientali;
4) campionatura di gametofiti per l’osservazione degli stadi di maturazione gametangiali e sporofitici attraverso esame microscopico e costruzione dei relativi pattern di sviluppo mediante rappresentazione diagrammatica;
5) analisi morfologiche dei caratteri macro- e microscopici mediante stereomicroscopio e microscopio ottico a luce trasmessa ed eventualmente mediante microscopio elettronico a scansione;
6) determinazioni dei reperti e studi tassonomici mediante la consultazione di flore e monografie italiane e straniere e collezioni d’erbario;
8) calcolo ed analisi degli spettri corologici, ecologici e biologici delle flore;
9) informatizzazione dei dati tassonomici, ecologici, biologici, distributivi, di ricchezza floristica e corologici;
10) elaborazioni statistiche di dati relativi alle popolazioni e/o alle flore studiate.
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/07 → …