Il temperamento del bambino prima e dopo la nascita: antecedenti fetali e aspettative materne

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Description

La ricerca si propone di esaminare la relazione tra il temperamento del bambino prima e dopo la nascita. In particolare, la ricerca vuole analizzare:(a)la relazione tra gli antecedenti fetali del temperamento e le idee e le credenze che le madri si formano su questo nell’ultimo periodo di gravidanza;(b)la relazione tra le rilevazioni fisiologiche prenatali del temperamento e il reale temperamento infantile nei primi mesi di vita;(c)la relazione tra il temperamento infantile “atteso” dalle madri negli ultimi mesi di gravidanza e il reale temperamento del neonato nei primi mesi di vita;(d) il livello di stress legato all’essere diventato genitore e all’eventuale discrepanza tra il bambino atteso prima della nascita ed il bambino reale dopo la nascita. La ricerca prevede la partecipazione di 100 madri e sarà suddivisa in alcune fasi. La prima viene effettuata durante l’ultimo mese di gravidanza (in occasione dell’ultimo controllo ginecologico di routine) e prevede la valutazione: (1) degli antecedenti fetali del temperamento attraverso rilevazioni di alcuni indici (Battito cardiaco fetale medio; Attività fetale; Accelerazione del battito cardiaco fetale; Reattività fetale); (2) delle aspettative materne sul temperamento infantile. La seconda fase viene effettuata nel primo trimestre di vita del bambino e prevede la valutazione: (1) della percezione materna del temperamento infantile; (2) dello stress genitoriale. Sulla base della letteratura, ci si aspetta che i feti più attivi e più reattivi siano valutati dalle madri come più difficili rispetto a bambini meno attivi, sia prima che dopo la nascita. Ci si aspetta, inoltre, una certa stabilità tra le valutazioni materne riportate durante la gravidanza e quelle fornite dopo la nascita del figlio. Si ipotizza, infine, che una madre che percepisce il bambino come difficile riporti un maggiore livello di stress rispetto a madri di bambini più malleabili, prevedibili e adattabili.

Layman's description

La ricerca ha come obiettivo quello di indagare gli antecedenti fetali e le aspettative materne del temperamento del bambino durante la gravidanza, il temperamento manifestato durante i primi mesi di vita e la relazione tra quest’ultimo e lo stress vissuto dalla madre nei primi mesi di maternità.
Parteciperanno alla ricerca 100 donne giunte agli ultimi 2 mesi di gravidanza (32-39 settimane). Allo scopo di valutare le caratteristiche fetali, attraverso la tecnica ecografica, saranno effettuate negli ultimi mesi di gravidanza (tra la 32ª e la 39ª settimana) delle registrazioni di alcuni indici fetali: il battito cardiaco medio; l'accelerazione del battito cardiaco, in seguito ad uno stimolo provocato sull’addome della donna; l'attività fetale, cioè quanto il feto sta spontaneamente in movimento; la reattività fetale, cioè se e quanto il feto reagisce e si muove in seguito ad una stimolazione. Allo scopo di valutare le aspettative materne sulle caratteristiche temperamentali del bambino, durante il tempo di attesa della visita ginecologica, sarà somministrato l’Infant Behavior Questionnaire (IBQ; Rothbart, 1981). Lo stesso questionario sarà poi somministrato alle madri una volta che il bambino sarà nato (intorno ai due mesi di vita), allo scopo di valutare le reali caratteristiche temperamentali del bambino. Allo scopo di valutare il livello di stress percepito dalla madre alla nascita del bambino, sarà somministrato il Parenting Stress Index(Abidin, 1978).
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/06 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.