Il ruolo protettivo delle relazioni amicali nel caso dell'isolamento sociale

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Description

Il progetto mira ad esaminare le caratteristiche delle amicizie dei bambini socialmente isolati e la loro influenza sull’adattamento socio-emotivo. In particolare, lo studio è finalizzato ad esplorare la natura, la qualità e le funzioni delle reti amicali di tali bambini e collegare questi aspetti alle caratteristiche individuali e familiari dei soggetti, da un lato, ed al loro adattamento socioemotivo, dall’altro, nel periodo della transizione dalla scuola elementare a quella media. A questo scopo sarà condotta una ricerca secondo un disegno longitudinale, che prevede il coinvolgimento di 1000 alunni delle prime classi di scuola media inferiore della provincia di Palermo, equipartiti per sesso e per status socioeconomico, da un lato, e dei loro genitori ed insegnanti, dall’altro. Nella prima fase (T1), all’inizio dell’anno scolastico, sarà rilevato lo status sociometrico, la competenza relazionale e l’adattamento di ogni alunno all’interno del gruppo classe. In questa fase, inoltre, saranno identificate le reti amicali di ciascun bambino, stimandone l’ampiezza e la composizione e valutandone le differenze in base al genere di appartenenza ed alla posizione nel gruppo dei pari. Nella seconda fase (T2), che sarà realizzata verso la fine dell’anno scolastico, si analizzerà – confrontandola a quella degli altri bambini – la qualità delle reti amicali dei bambini socialmente isolati e la loro stabilità nel tempo. Inoltre, sarà esaminato come queste relazioni influenzano l’adattamento psicosociale dei soggetti. Infine, sarà valutata anche l’influenza dei fattori familiari sulle amicizie dei bambini. I risultati della ricerca contribuiranno ad approfondire la conoscenza: - delle associazioni tra le caratteristiche individuali del bambino, come il genere e le sue caratteristiche comportamentali ed (a) il numero di amicizie che intrattiene; (b) le caratteristiche dei suoi migliori amici; (c) la qualità delle amicizie intime; (d) la fragilità o la forza di queste amicizie nel primo anno della scuola media. - della maniera in cui le relazioni amicali del bambino socialmente isolato influenzano il suo adattamento socio-emotivo nel primo anno della scuola media, che è potenzialmente stressante - dell’influenza dei fattori familiari, in particolare degli stili educativi adottati dai genitori e della qualità delle relazioni genitore-figlio, sulle caratteristiche delle amicizie intime del bambino socialmente isolato.

Layman's description

IL RUOLO PROTETTIVO DELLE RELAZIONI AMICALI NEL CASO DELL'ISOLAMENTO SOCIALEIl progetto di ricerca mira ad esaminare le caratteristiche delle amicizie dei bambini socialmente isolati e la loro influenza sull’adattamento socio-emotivo. In particolare, lo studio tenterà di rispondere ad alcuni interrogativi: Come si configurano le relazioni amicali dei bambini socialmente isolati rispetto a quelle dei loro coetanei? Che caratteristiche quantitative e qualitative hanno? Tali amicizie giocano un ruolo protettivo riguardo lo sviluppo di sentimenti di solitudine e bassa autostima? Ed ancora, i fattori familiari possono aiutare a predire la qualità delle loro amicizie? Infine, qual è il ruolo delle differenze di genere in tale processo? La finalità generale della ricerca proposta è, quindi, quella di studiare la natura, la qualità e le funzioni dell’amicizia dei bambini socialmente isolati e collegare questi aspetti alle caratteristiche individuali e familiari del bambino, da un lato, ed al suo adattamento socioemotivo, dall’altro, nel periodo della transizione dalla scuola elementare a quella media. Il primo obiettivo specifico è quello di studiare le associazioni tra le caratteristiche individuali del bambino, come il genere e le sue caratteristiche comportamentali (per esempio, la competenza sociale o il grado di isolamento sociale) e (a) il numero di amicizie che intrattiene; (b) le caratteristiche dei suoi migliori amici; (c) la larghezza delle reti amicali; (d) la qualità delle amicizie intime; (e) la fragilità o la forza di queste amicizie nel primo anno della scuola media. In particolare, si ipotizza che i bambini socialmente isolati abbiano reti amicali meno numerose e qualitativamente più povere rispetto agli altri bambini; inoltre, che le loro amicizie siano meno stabili nel tempo e che spesso coinvolgano bambini con simili problemi comportamentali e sociali. Il secondo obiettivo specifico consiste nell’esplorare la maniera in cui le relazioni amicali del bambino socialmente isolato possono incoraggiare l’adattamento o esacerbare il disadattamento nel primo anno della scuola media, che è potenzialmente stressante. In particolare, sembra gli esiti dell’adattamento siano influenzati dalla qualità delle amicizie: quelle più calorose, stabili nel tempo e con bambini più competenti socialmente sembrano avere un ruolo protettivo e promuovere esiti adattivi. Il terzo obiettivo specifico è quello di valutare l’influenza potenziale dei fattori familiari, in particolare degli stili educativi adottati dai genitori e della qualità delle relazioni genitore-figlio, sulle caratteristiche delle amicizie intime del bambino socialmente isolato. In particolare, si ipotizza che esista una continuità tra la qualità delle relazioni in famiglia e quelle con i coetanei; quindi, migliori sono le prime, più calorosi e positivi saranno i rapporti amicali. Partecipanti La ricerca prevede il coinvolgimento di 1000 alunni delle prime classi di scuola media inferiore della provincia di Palermo, equipartiti per sesso e per status socioeconomico, da un lato, e dei loro genitori ed insegnanti, dall’altro. Procedura Lo studio si articolerà secondo un disegno longitudinale, che prevede due fasi. Nella prima (T1), all’inizio dell’anno scolastico, verrà rilevato lo status sociometrico, la competenza relazionale e l’adattamento di ogni alunno all’interno del gruppo classe. In questa fase, inoltre, saranno identificate le reti amicali di ciascun bambino, stimandone l’ampiezza e la composizione e valutandone le differenze in base al genere di appartenenza ed alla posizione nel gruppo dei pari. Nella seconda fase (T2), che sarà realizzata verso la fine dell’anno scolastico, si analizzerà – confrontandola a quella degli altri bambini – la qualità delle reti amicali dei bambini socialmente isolati e la loro stabilità nel tempo. Inoltre, sarà esaminato come q
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/06 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.