Il ruolo della letteratura di intrattenimento nella costruzione di identità e di antagonismo nazionale e religioso alla vigilia della Prima guerra mondiale.

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Layman's description

Il progetto di ricerca mira a studiare le modalità con cui la cosiddetta letteratura di "larga circolazione", o di intrattenimento, nel periodo 1870-1920 contribuisce a costruire e a diffondere il senso dell’identità e dell’antagonismo nazionale e religioso in Europa, in particolare in Germania, Francia e Italia. Da Fichte (Reden an die deutsche Nation, 1807/08) in poi, si diffonde infatti in Germania e nell’Europa intera un concetto di nazione che viene assunto a modello, diventando il fattore ideologico determinante della ricomposizione della carta geografica europea negli anni fra il 1860 e il 1920. Il politologo inglese Bagehot parla a questo proposito di “Nation-making”. Ricorrendo a strumenti forniti da discipline quali la socio-psicologia, l’antropologia sociale, il biologismo, il socialdarwinismo, con approssimative semplificazioni di divulgatori quali Gobineau, Chamberlain, Nordau, Langbehn etc., si ritiene di poter definire il carattere dei popoli. Quelle che fino ad allora, pur con diverse e numerose eccezioni, erano state ritenute semplici differenze di temperamento si trasformano però non solo in contrapposizioni inconciliabili, ma in manifestazioni del Bene e del Male. La tesi da cui muove la ricerca qui proposta è che la letteratura di intrattenimento, in cui ricorre l’immagine di un’alterità ostile, ha un ruolo fondamentale nella diffusione e nel rafforzamento di quell’ideologia nazionalista e xenofoba fra la popolazione. Sviluppatasi proprio intorno alla metà dell'800, anche in seguito a trasformazioni culturali e a una nuova politica editoriale, la letteratura “di largo consumo” porta infatti il suo messaggio ideologico ad ampi strati della popolazione, presso cui gode di indiscusso successo. In tutta Europa molti di quei testi sono ristampati ancora fino agli anni '80 del secolo XX, e talvolta oltre. Un ruolo preponderante in questa letteratura gioca anche la religione, il contrasto fra cattolici, protestanti e ortodossi, fra cristianità, ebraismo e islamismo ne costituisce un elemento caratterizzante. Il progetto si prefigge l’individuazione di un corpus ben delineato delle letture più diffuse nell’ambito dei seguenti generi: romanzo rosa e romanzo storico. L'indagine potrà essere ampliata ad altri generi e ad altri paesi, quando sia stata saggiata la validità delle ipotesi formulate e la congruenza delle metodologie adottate. Al centro della ricerca, di cui il taglio comparativo costituisce l’elemento distintivo più innovativo, è la letteratura di lingua tedesca, poiché la Germania unita è il paese che scompagina lo scacchiere europeo dopo Sédan. E l'‘altro’ per eccellenza è per la Germania la Francia, storicamente nazione antagonista. Tale antagonismo, dopo la vittoria tedesca, è altrettanto forte nella letteratura di lingua francese, dove si manifesta un vivissimo spirito di rivincita nei confronti della Germania e di affermazione della propria identità nazionale e cattolica. Si è voluto perciò sottoporre a indagine critica anche testi di lingua francese per almeno due generi letterari, il romanzo rosa e le relazioni di viaggio. Poichè l'Italia risorgimentale e del Novecento ha una storia parallela a quella tedesca, si è ritenuto opportuno inserire poi anche la disamina di testi italiani per tutti e due i generi oggetto di studio.
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/12 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.