Il gesso. Prassi costruttive nella tradizione e proposte di impiego biosostenibile per il recupero e la nuova costruzione (II parte)

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Description

Il gesso è uno dei più antichi materiali da costruzione: la larga reperibilità geografica e la facilità di produzione e posa in opera hanno permesso fin dai tempi più antichi la sua ampia utilizzazione sia come pietra da gesso, utilizzata per la costruzione di murature, sia come gesso cotto polverizzato nella realizzazione di malte, intonaci e di stucchi decorativi. La tradizione italiana, ed in particolare, quella siciliana, vanta numerosissimi esempi di edilizia nella quale sono realizzati in gesso elementi costruttivi (murature, solai, intonaci esterni, ecc…) solitamente immaginati come realizzati con materiali e leganti differenti.L’indagine sull’uso del gesso nella tradizione costruttiva si pone come avvio della ricerca nel tentativo di eseguire una classificazione chiara e schematica degli vari elementi costruttivi, per mettere in evidenza caratteristiche prestazionali, vantaggi e svantaggi. Molto spesso i magisteri costruttivi, perfezionatisi di generazione in generazione, mostrano la conoscenza di metodi empirici che hanno permesso di valorizzare e di sfruttare al meglio le notevoli qualità del materiale. Successivamente l’attenzione sarà focalizzata sul gesso nell’edilizia contemporanea: dopo avere analizzato le caratteristiche prestazionali, la normativa ed i prodotti offerti dal mercato, si cercherà di valutarne le potenzialità e le caratteristiche nelle quali è possibile rintracciare principi di sostenibilità. Saranno espresse, inoltre, alcune considerazioni tecniche e critiche rivolte alle specificità di questo materiale, rilette con il taglio culturale ed etico che oggi si tende a dare alla produzione architettonica e costruttiva, ovvero quello della sostenibilità ambientale. Si condurrà un’analisi sulle potenzialità che queste tecnologie offrono per il recupero edilizio, incentrando le analisi sull’incremento prestazionale, sull’economicità degli interventi e sulla biocompatibilità delle scelte. La ricerca ha già avuto corso per il primo anno e se ne presenta, a conferma, lo svolgimento previsto per il secondo anno. Programma già svolto nel primo anno: - Analisi dello stato dell’arte - Individuazione degli elementi costruttivi in gesso della tradizione - Redazione ed organizzazione di un repertorio - Creazione di un repertorio riletto in chiave prestazionale Programma per il secondo anno: FASE 3: - Individuazione degli elementi e dei prodotti nel contemporaneo (3 mesi) - Individuazione e messa a punto di proposte sperimentali di elementi e prodotti biosostenibili e le criticità individuate (2 mesi) Check-point: Conferma o rettifica del percorso di ricerca – Definizione della fase applicativa FASE 4: - Studio di uno specifica soluzione di elemento tecnico (2 mesi) - Sperimentazione applicativa e verifica di laboratorio (3 mesi) Check-point: Analisi degli esiti e riflessioni critiche FASE 5: - Editing e pubblicazione dei risultati (2 mesi)

Layman's description

La ricerca è stata già avviata con un’indagine sull’uso del gesso nella tradizione costruttiva siciliana nel tentativo di eseguire una classificazione chiara e schematica dei vari elementi costruttivi, analizzando caratteristiche prestazionali, vantaggi e svantaggi. Per poter sfruttare al meglio le qualità del materiale, anche per usi oggi inconsueti, è necessario conoscerne approfonditamente tutte le caratteristiche e rendersi consapevoli delle innumerevoli potenzialità così come dei fattori di vulnerabilità cui è necessario porre rimedio. Molto spesso i magisteri costruttivi, che si evincono dalla tradizione, perfezionatisi di generazione in generazione, mostrano la conoscenza di metodi empirici che hanno permesso di valorizzare e di sfruttare al meglio le notevoli qualità del materiale. Nella seconda parte della ricerca, che si propone, si intende focalizzare l’attenzione sul gesso nell’edilizia contemporanea: dopo avere analizzato le caratteristiche prestazionali, la normativa ed i prodotti offerti dal mercato, si cercherà di valutarne le potenzialità e le caratteristiche nelle quali è possibile rintracciare principi di sostenibilità. Ciò anche per conoscere le potenzialità che queste tecnologie offrono per il recupero edilizio, incentrando le analisi sull’incremento prestazionale, sull’economicità degli interventi e sulla biocompatibilità delle scelte. Nello specifico la ricerca è pervenuta: -alla costruzione, attraverso rilievi in situ, di un repertorio degli elementi costruttivi realizzati in o con gesso nell’edilizia tradizionale della Sicilia, con approfondimenti relativi ai magisteri costruttivi ed ai materiali impiegati insieme al gesso; - all’inizio dell’indagine sul resto del territorio italiano per verificare altre presenze significative delle tecnologie del gesso; - all’analisi delle caratteristiche tecniche e tecnologiche degli elementi rilevati e del ruolo dei materiali e delle tecniche nell’offerta prestazionale. La ricerca intende adesso pervenire: - all’individuazione e proposta progettuale di elementi utili per il recupero edilizio del patrimonio costruito e nella nuova costruzione, che adottino criteri costruttivi ispirati, attraverso la tradizione, a principi di sostenibilità costruttiva; - in particolare, alla proposta di elementi da realizzare con l’impiego del gesso in uno con altri materiali naturali e, ove possibilie, provenienti, come materie prime seconde, da processi di riciclo; - alla realizzazione di modelli e prototipi in scala. La conduzione della ricerca, nata da intuizioni e riflessioni condotte durante indagini e rilievi del patrimonio edilizio tradizionale della Sicilia, è volta all'approfondimento bibliografico dei temi relativi anche in ambito interdisciplinare, ma ancor di più all'individuazione della potenzialità del materiale gesso da impiegare in elementi e prodotti dell'edilizia contemporanea e nelle operazioni di recupero. In particolare, la ricerca si è svolta con i seguenti strumenti metodologici: [Fase 1] - Ricerche bibliografiche; - Ricerche d’archivio; - Rilievi ed indagini in situ; - Reperimento di materiale fotografico ed eventuali restituzioni grafiche; - Organizzazione di una scheda per il prelievo e l’elaborazione dei dati da implementare su supporto informatico. [Fase 2] - Implementazione di tutti i dati di interpretazione del materiale fotografico e tecnico raccolto. [Fase 3] - Consultazione della letteratura tecnica e indagini di mercato; - Individuazione di soluzioni tecniche e descrizione operativa. Si intende continuare lo svolgimento con i seguenti strumenti metodologici: Fase 4 - Progetto grafico ed analisi tecnica di alcuni prototipi rappresentativi di un elemento tecnico in più tipologie; - Realizzazione di modello in scala; - Prove di laboratorio Fase 5 - P
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/07 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.