Il dibattito sulle traduzioni in epoca fascista

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Description

Prendendo le mosse dagli studi di carattere storico-editoriale già esistenti, questa ricerca intende partecipare al dibattito sulle traduzioni dalle narrative straniere durante il fascismo spostando l’attenzione sui testi e tentando di fornire degli spunti di riflessione per un approccio di natura filologica che risulti complementare all’analisi storica e culturale. Si tratta quindi di uno studio descrittivo che adotta una prospettiva di tipo sociologico degli studi sulla traduzione e, partendo dai testi di arrivo e dalle trasformazioni subite dai romanzi tradotti, mira a introdurre una più generale riflessione sui condizionamenti extra-linguistici del processo traduttivo.

Layman's description

Al centro dell’analisi sono le genesi dei progetti di traduzione dalla narrativa tedesca e le modalità con cui i romanzi furono tradotti e proposti al pubblico italiano: sulla scorta di una campionatura di opere rappresentative dei generi letterari della narrativa tedesca che ebbero maggior successo presso il pubblico del tempo – il romanzo al femminile, il romanzo di guerra e il romanzo di ambientazione metropolitana – e attraverso un confronto di tre intere opere con le rispettive traduzioni italiane, il volume tratteggia uno sguardo d’insieme sui modi di esercitare l’attività traduttoria in una determinata epoca storica. È un’analisi comparativa che si propone principalmente di sottoporre a verifica i criteri di traduzione, un’indagine sulle implicazioni ideologiche e politiche ravvisabili nelle scelte editoriali e nel lavoro svolto dai traduttori.
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/07 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.