I contenuti semantici della Ragioneria in relazione ai contesti spaziali e temporali

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Description

La ricerca s'inserisce in altri progetti di cui il coordinatore ha fatto parte, taluni di anni precedenti, altri ancora in corso di svolgimento, di cui rappresenta una focalizzazione su di un'area tematica più specifica. In particolare l'acquisizione scientifica della natura semiotica della ragioneria ha reso necessaria una più compiuta esplorazione della dimensione più propriamente semantica della stessa, attesa la centralità dei processi di significazione, da parte dei soggetti formatori, e di quelli di interpretazione, da parte di quelli fruitori, nella più generale espressione semiotica dei fenomeni amministrativo-aziendali. Tale esplorazione lega in special modo gli aspetti contenutistici ai contesti di relazione nella loro variabilità spaziale e temporale, sulla convinzione di fondo che il "segno", nella sua convenzionalità, è un fatto eminentemente culturale e che solo la considerazione di tale "culturalità" può consentire di cogliere gli oggetti della ragioneria, in termini di fondi e di flussi nelle loro innumerevoli manifestazioni, anche al di là di tradizionali interpretazioni "tecniche" di senso quali, ad esempio, le "analisi dei costi" ovvero anche la ragioneria e la storia della ragioneria fini a sé.

Layman's description

L'obiettivo principale della ricerca è quello di formulare una teoria nella materia specifica dei contenuti semantici della ragioneria. In questo si cerca di riscrivere in chiave semiotica quella parte di letteratura, erroneamente considerata "manualistica" o "didattica", per la sola carenza di un approfondimento teorico, che si è occupata di definire i termini ed i relativi concetti essenziali in ambito amministrativo. A titolo di esempio, si consideri la varietà con cui è stata trattata ed esposta la materia relativa ai fondi patrimoniale ed ai flussi economici e finanziari e, soprattutto, al tema del "costo" nella sua vastissima polisemia. In un'ottica esplicitamente ermeneutica si considera quale obiettivo della ricerca non solo la comparazione spazio-temporale delle principali diversità storiche e geografiche, ma anche la "fusione di orizzonti" tra le diverse impostazioni interpretate nell'ottica della costruzione di una teoria quanto più generale possibile e, quindi, quanto più flessibile rispetto agli usi più o meno codificati. In conformità ad orientamenti già fissati in altre ricerche correlate alla presente, si conduce la ricerca secondo un pluralismo eclettico di metodi che privilegi quelli deduttivistici (ma non rigidamente deduttivi) per le parti gnoseologiche e teoretiche e quelli induttivistici (ma non rigidamente induttivi), per le parti storiche e prasseologiche. In particolare la natura più espressamente culturale della ricerca porta a privilegiare una prospettiva "ermeneutica", più volte professata dal responsabile della ricerca nel corso della propria attività scientifica.
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/07 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.