Geografie letterarie senza frontiere.

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Layman's description

Il progetto di ricerca qui proposto intende indagare sugli aspetti del rapporto tra l'esperienza della migrazione o del 'dispatrio' e la scrittura letteraria.  Di fronte alla prospettiva dello straniamento nel Paese di accoglienza e allo smarrimento per la distanza dagli elementi costitutivi della cultura di origine degli individui migranti, la scrittura dà spazio alle relazioni, alle contaminazioni e alle compresenze culturali. La messa in crisi dello 'status' di appartenenza a una Patria esprime nella scrittura un'esigenza di elaborazione che si invera in generi e modi espressivi fortemente variegati che trovano spesso, come base di partenza, un comun denominatore nella prospettiva tematica in chiave reale e/o metaforica (abbandono del luogo natio, fine di una fase della vita, allontanamento dagli affetti, perdita della lingua e della cultura, esilio, partenza come morte ma anche, spesso, come rinascita, ecc.). L’ampio 'corpus' di testi e di testimonianze restituisce in chiave letteraria, in tono plurale e corale, il carattere costitutivo della memoria storica e delle sue rielaborazioni e ricostruzioni a partire dalla distanza. Si tratta di una memoria che non va intesa come mera testimonianza di un’esperienza vissuta con la quale l’espatrio si confronta, ma come stimolo alla scoperta di una nuova lettura storica. Si sovverte, allora, l’idea, troppo a lungo cristallizzata, che le produzioni culturali abbiano un valore prima di tutto nazionale: abbandonando l’idea di appartenenza nazionale e di frontiere anche lo stretto legame tra letteratura e lingua chiede dunque di essere esaminato in una prospettiva nuova e impone la necessità di una nuova cartografia letteraria. La letteratura dell’emigrazione, allora, prescinde dalla copiosa tradizione odeporica, per assurgere a valori transnazionali in chiave pluri- e multi-culturale. L’universalismo proprio alle scritture delle migrazioni, quindi, invita lo studioso a percepire i testi non soltanto dal punto di vista di una modalità espressiva, ma anche come veicolo di sentimenti ed emozioni.  Tali specificità, però, non devono indurre nell’errore di rinchiudere il fenomeno all'interno di una tipologia a sé stante, con il rischio di ricreare nuove ‘gabbie’ globalizzanti, che finirebbero per depauperare i valori e le differenze che l'intrinseca ricchezza delle scritture e delle letterature ibride sono, viceversa, in grado di offrire al lettore. All’interno di quest’ampia cornice, l’équipe di ricerca proponente, che è venuta tenendosi al corrente del dibattito teorico-critico sviluppatosi a partire dagli anni Settanta del Novecento sulle Letterature dell’era post-coloniale (Mouralis, Said, Spivak, Bhabha, Appadurai, Chambers, Glissant, Chamoiseau, Moura, Toumson, Gruzinski, Pageaux, Westphal), ha deciso di focalizzare, in special modo, alcuni aspetti, procedendo secondo quanto sotto descritto: - analisi di testi d'ogni genere (autobiografie, testimonianze, memorialistica, letteratura popolare, produzione narrativa, produzione lirica, produzione drammaturgica) 'di' e 'sulla' frontiera, dei quali siano autori soggetti indigeni e/o migranti; - analisi di testi germinati nella dolente condizione dell'esilio e sue conseguenti raffigurazioni; - analisi di testi, all'interno del vasto 'corpus' delle scritture migranti, che evidenzino in modo specifico l'ardua ricerca di nuove identità problematiche; - analisi di testi, trascelti dalla produzione letteraria di specifici momenti storici, che consentono una rilettura della Storia alla luce di quanto è possibile desumerne circa il potere politico, il ruolo degli intellettuali, le pulsioni oppositive di cui gli autori si sono fatti interpreti; - analisi dei processi di formazione del senso di identità etnica attraverso la lettura della stampa periodica delle comunità di emigranti e del suo ruolo nella creazione di quello che Benedict Anderson ha definito “Imagined Communities”.
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/12 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.