Forme comiche e gravi nelle scritture del Quattro e Cinquecento

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Description

Nell’ambito di una ricerca già avviata sulle forme del narrare,dalle origini alla modernità,intendiamo dedicare particolare attenzione agli intrecci di comico e grave in età umanistica e rinascimentale. Negli studi sulla letteratura medievale,rinascimentale o moderna,la riflessione sul comico e la sua articolata commistione con il tragico e la gravitas morale o poetica,occupa ormai un posto centrale. Che il comico non sia legato in modi univoci al riso, ma sia stile di contaminazione, esercizio spericolato di innovazioni, è buona parte della produzione letteraria a ricordarcelo. Evidente sin dai versi della Commedia dantesca, diventa terreno privilegiato di forme novellistiche e luogo di callidae iuncturae in area umanistica e rinascimentale,quindi tratto di stile problematico del narrare moderno. E’ ben noto come la rinuncia alla divisione netta tra sublime e parodico abbia attraversato la cultura moderna lungo coordinate teoriche che da Baudelaire e Bergson ,non escluso Nietzsche,incrociano gli studi di Freud sul Witz.E' da tale orizzonte epistemico che si sono generati gli esiti più nuovi e significativi della scrittura moderna. Negli anni Settanta poi la griglia storica e antropologica di Bachtin e gli studi di Perelman,hanno valorizzato l’ aspetto stilistico e retorico del comico. La consapevolezza critica della compresenza di spinte inventive e registri formali contrastanti, all’interno della produzione di uno stesso scrittore( basti pensare ad Alberti o Machiavelli), ha arricchito in misura notevole la comprensione delle dinamiche letterarie che qualificano una civiltà letteraria. Il comico non è solo rovesciamento o disgiunzione del tragico, ma implica un rapporto più sottile con il versante serio della meditazione inventiva. Il campo della scrittura, innervato di tensioni retoriche più o meno esplicite,porta inciso i segni di tale lavorio, nelle diverse modalità di satira,ironia,parodia. Il nodo di serio e parodico connota testi di alto coefficiente morale e scritture di intrattenimento dalle Intercenali di Alberti alla novella del Grasso legnaiolo,dai Ragionamenti del Firenzuola alle Novelle di Bandello e al Cortegiano del Castiglione, per manifestarsi nella sua rutilante espressività nel teatro: dalla Crysis di Piccolomini alla Mandragola di Machiavelli e alle scene dell’Aretino. E’ il teatro, oltre la novella, il genere in cui si compie con felice maturità artistica il gioco, già sperimentato nelle forme narrative, di apparenza e realtà, mascheramento e svelamento.E' di queste correlazioni e trasformazioni, in rapporto ai diversi momenti storici, che intendiamo occuparci, con sguardo particolare ai generi dominanti dell'età in esame. Se poi, nei termini di M. Corti, il genere letterario è “il luogo dove un’opera entra in una complessa rete di rapporti con altre opere”,sarà opportuno seguire la complicità, quando non complessità, dei campi tematici e stilistici delle scritture nei luoghi cruciali della rete letteraria prescelta.

Layman's description

Obiettivo della ricerca è l'analisi di testi, in cui sia possibile individuare la presenza,a livello tematico e stilistico, di forme di comico o di gravitas,nelle varianti della mistione o di ambiti differenziati. E' nostra intenzione curare i seguenti aspetti: - Identificazione,in area umanistica e rinascimentale,del valore di trasformazione insito nel comico. -Analisi di strutture narrative e dei moduli linguistici quali elementi distintivi dei testi. -Analisi del rapporto opera-pubblico per quanto attiene i testi teatrali. -Analisi del referente storico e culturale di pertinenza,nonché di aspetti metaletterari,ove fossero presenti nei testi. -Pubblicazione di testi inediti o poco noti concernenti il lavoro di ricerca,al fine di una rinnovata conoscenza dei momenti più significativi della civiltà letteraria presa in esame. La lettura e l'analisi dei testi interni al programma di ricerca si svilupperà mettendo in atto criteri di metodologia che tengono conto degli studi più accreditati degli ultimi decenni per ciò che riguarda l'ambito letterario e in particolare talune ricerche sul comico.Per le opere che saranno oggetto d'esame, intendiamo avvalerci dei metodi del formalismo per quanto attiene il piano testuale; di coordinate strutturalistiche nella valutazione dell'organizzazione compositiva di un'opera; dei filtri della stilistica e della retorica nello studio di registri e modi espressivi. Particolare attenzione sarà dedicata allo studio delle modificazioni dei campi tematici e dei codici linguistici ascrivibili al comico e al sublime, nelle diverse opzioni di intreccio o separazione formale,ma anche alle scelte poetiche degli scrittori e al contesto sociale e storico in cui le opere sono innervate.Saranno inoltre presenti i contributi della critica tematologica e le questioni relative ai nessi non facili tra figurazioni mitiche-allegoriche di tanti testi umanistici e stile umile,per una più articolata comprensione dei testi in esame.
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/05 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.