Fattori di personalita' nelle scelte professionali: analisi di alcune carriere accademiche

Progetto: Research project

Description

Nell'ampio contesto degli studi volti ad esplorare le diverse scelte professionali, condotti in gran parte negli Stati Uniti da parte di ricercatori che afferiscono alla vasta area della psicologia applicata, la relazione esistente tra la personalità, gli interessi e i valori professionali, le abilità, la self-efficacy (Bandura, 1977, 1986) costituisce uno degli ambiti di ricerca più dibattuti. La cossiddetta “vocational psychology”, che studia proprio il rapporto esistente tra i fattori psicologici, i contesti e le scelte scolastiche e professionali, costituisce uno dei settori più fertili del panorama scientifico del mondo occidentale.In Italia, l'argomento viene affrontato nella più ampia tematica della Psicologia dell'Orientamento, che negli ultimi anni ha ripreso vigore in virtù delle mutate condizioni rispetto al delicato rapporto tra università e mondo professionale. A tuttoggi, però, non é presente alcun modello esplicativo che rappresenti la complessa situazione italiana. I pochi studi che hanno affrontato dal punto di vista psicologico il problema delle scelte non hanno fatto altro che sottolineare la particolare modalità di sviluppo di carriera esistente nel nostro paese (Soresi e Nota, 2000).Nel mondo, lo studio del rapporto tra i diversi fattori psicologici investiti nelle scelte di carriera, da sempre intuitivamente collegati, ha avuto il suo momento migliore a partire dalla messa a punto di modelli esplicativi capaci di rendere conto della complessità del fenomeno. Ci riferiamo in particolar modo al lavoro di Super (1985) sullo sviluppo delle carriere, ed alla teoria di Holland (1966, 1973). Quest'ultimo ha proposto un modello secondo il quale le scelte formative o professionali, desumibili dalla analisi degli interessi, sono riconducibili a particolari tipologie di "personalità professionale". Le sei tipologie proposte indicano particolari configurazioni di attrazioni o avversioni verso aspetti che in parte sono collegati a particolari mansioni o compiti applicativi tipici dell'area lavorativa a cui si riferiscono, in parte sono invece aspetti riconducibili a fattori di personalità.Alcuni recenti studi hanno stabilito interessanti tratti di collegamento tra le tipologie professionali di Holland ed il modello di personalità "Big Five"(Digman, 1990; John, 1990): da essi si desume la grande importanza rivestita dagli aspetti di personalità nella formulazione delle scelte e nello sviluppo delle carriere (Costa, McCrae ed Holland, 1984; Tokar e Swanson, 1995; Holland, 1996; De Fruyt e Marvielde, 1997; Sprini e Pace, 1998).

Layman's description

La presente ricerca ha come finalità lo studio del rapporto esistente tra i diversi percorsi di carriera e le variabili psicologiche sottese alle scelte, al fine di verificare il peso di questi fattori nel successo accademico e/o lavorativo futuro e nella soddisfazione collegata al successo. L'obbiettivo sarà quindi da un lato definire un modello di spiegazione, dall'altro proporre strumenti utili alle finalità orientative.La ricerca prevede l'utilizzo di test psicologici per la valutazione dei fattori di personalità degli utenti dell'ateneo di Palermo (studenti delle scuole superiori), insieme a strumenti utili alla valutazione della motivazione. Verranno inoltre condotte delle indagini sulle aspettative di riuscita accademica.Attraverso analsi multivariate dei dati, integrati via via dagli esiti accademici, l'obbiettivo sarà quindi da un lato definire un modello di spiegazione, dall'altro proporre strumenti utili alle finalità orientative.Tali dati costituiranno inoltre la base per un follow-up che verrà condotto in seguito.

Key findings

Scienze socioeconomiche e umane
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/02 → …