Effetti dell'integrazione alimentare con sottoprodotti contenenti molecole bioattive su efficienza nutrizionale, condizione di benessere e qualità del latte delle capre

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Layman's description

L’obiettivo del progetto è quello di verificare su capre in lattazione l’efficacia della somministrazione di diete integrate con diversi livelli di sottoprodotti di colture mediterranee ricchi in polifenoli ad attività antiossidante, quali le polpe (o pastazzo) di limone nell’intento di migliorare l’efficienza di utilizzazione dei nutrienti, lo stato di benessere degli animali, e fornire una produzione di latte di elevato valore nutrizionale e salutistico. La polpe di limone, per l’elevato tenore in zuccheri e pectina, rappresentano una valida risorsa energetica in grado di sostituire le comuni fonti amilacee nella dieta dei ruminanti; contengono acidi organici (citrico e malico) e vitamine (acido ascorbico e carotenoidi), e sono una buona fonte di flavonoidi (esperidina, eriocitrina, narirutina e naringina), sostanze fenoliche cui sono riconosciute proprietà antiossidanti e una certa attività antimicrobica. L’utilizzazione delle polpe di limone nell’alimentazione delle capre offre elevate potenzialità dovute essenzialmente alla loro dotazione in polifenoli, come i tannini ed i flavonoidi; questi, infatti, possono contribuire a contenere le emissioni di metano e azoto nell’ambiente ottimizzando le fermentazioni ruminali; a trasferire gli acidi grassi polinsaturi di interesse nutrizionale nel latte proteggendoli dalla bio-idrogenazione ruminale; a migliorare lo stato di benessere e le difese immunitarie degli animali sfruttando la loro spiccata attività antiossidante ed il migliore equilibrio ruminale. Il trasferimento dei flavonoidi dall’alimento al latte rappresenta un’ulteriore opportunità per arricchire i prodotti lattiero caseari di sostanze benefiche per la salute dei consumatori. Il progetto si articolerà in una prova sperimentale relativa all’impiego delle polpe fresche di limone (PFL). Verranno costituiti tre gruppi omogenei che riceveranno razioni alimentari diversificate per il livello di inclusione del sottoprodotto. Nella prova le tre diete delle capre saranno costituite da fieno somministrato a volontà integrato con 800 g/d di concentrato (PFL-0, controllo); 600 g/d di concentrato e 2 kg di PFL (PFL-2); 400 g/d di concentrato e 4 kg/d di PFL (PFL-4). Sulle capre saranno rilevati peso vivo, BCS, consumo alimentare e produzione di latte; verranno inoltre prelevati campioni di alimenti, feci, sangue e latte per le successive analisi da effettuarsi in caso di ulteriore approfondimento delle ricerche.
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/12 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.