Dettagli progetto

Description

Il processo di trasformazione del mondo, che il design persegue, raccoglie il meglio della sua teoria nel dibattito italiano, incorpora un'idea di modernità aperta alladiffusione sociale del prodotto, in contatto diretto con le esperienze visuali contemporanee, spinto da un ottimismo verso le potenzialità del progetto come strumentoper migliorare la qualità della vita, dunque ludica incorporazione della tecnologia, ironia intellettuale e distaccata e non mera soggezione ai capricci labili delmercato.Gli imprenditori intelligenti come Olivetti e Pirelli che hanno sostenuto questo orientamento raccontano della condivisione di un modo volto non soltanto amigliorare le condizioni sociali della produzione ma anche a far entrare in circolo, oltre ad un'immagine credibile del prodotto, un'immagine significante del progettopolitico-culturale complessivo che si innesta sull'operazione di mercato.La curiosità per il mondo presente non si limita a incorporare le tecnologie più congrue ma a fare anche uso della cultura visuale contemporanea. Le ricercheprogettuali devono essere una necessità connessa all'uso dei materiali e alla ricerca di soluzioni nuove dal punto di vista linguistico e della stimolazione a nuovicomportamenti."Il progetto lavora sul quotidiano, sulle trasformazioni antropologiche delle gente comune per riuscire ad innescare processi innovativi, durevoli nel contesto.Riteniamo che nel Sud tale ruolo promozionale propulsivo debba spettare ad una delle poche strutture di elaborazione culturale organizzata ed organizzabile come èl'Università" (Fundarò 1982).Una migliore qualità della vita, un equipaggiamento sempre più sofisticato per affrontare i disagi dell'esistere, uno smisurato aprirsi delle possibilità di comunicare eapprendere, una enorme potenzialità di scelte, e una quantità sempre maggiore di tempo per pensare comportano l'amplificarsi della partecipazione creativa allatrasformazione del mondo.Il dispiegamento delle potenzialità, espresso attraverso l'evolversi della tecnologia, consente a sempre più larghe fette di umanità di essere artefici del propriointorno, di essere cioè sempre più coinvolti nel processo di trasformazione e di essere protagonisti attivi.In epoca di globalizzazione di mercati e di produzione senza identità si può ipotizzare la possibilità di ridare senso alle specificità; l'operazione ha indubbiamentefunzionato quando l'imprenditoria italiana ha saputo coniugare tradizione e modernità e tradurre in forme nuove l'esperienza produttiva; non altrettanto è avvenutoquando la tradizione si è arroccata sui metodi tradizionali, senza tenere in alcun conto la contemporaneità.Tra gli interventi oculati si possono senz'altro annoverare quelli volti a sviluppare, o piuttosto volti a non fare scomparire dei tutto, risorse umane e materiali legatialle tradizionali attività svolte nel territorio; a aiutare, cioè, a venire alla luce le produzioni che rischiano di non essere più praticate, sebbene possiedano unpotenziale notevole per essere reinserite in senso moderno nel mercato."Resta la possibilità intravista da Benjamin, che sia la tecnica a permettere un riscatto estetico di tutta l'esistenza quotidiana. A questo ideale sono ispirate, peresempio le tante teorie del design, che hanno perseguito la possibilità di conferire caratteri di bellezza alla vita e all'ambiente quotidiano." (Vattimo 2002)Immaginare il design che rende più bello il mondo e la nostra esistenza è cosa straordinaria, se non fosse che può pure diventare il luogo della nostra sconfitta, chepuò cioè ottundere la nostra capacità di vedere il mondo

Layman's description

Fase IDisegnare una perimetrazione del contesto di riferimento è la prima parte della ricerca, in armonia col coordinamento generale, attraverso un’azione di ricognizione interdisciplinare dove le componenti del design, della storia, dell’architettura, della tecnologia e della semiotica vengono a confrontarsi, aiutando anche a precisare i ruoli e le competenze del design.Si prevede inoltre di tarare la ricerca specifica sulla costruzione generale di un quadro di riferimento teorico e un modello d’indagine interpretativo delle trasformazioni in atto nella società contemporanea secondo le chiavi di lettura espresse nella descrizione della tematica.In particolare verranno avviate le attività di ricerca di supporto, richieste per ciascuna delle unità operative coinvolte, con il fine di precisare strumenti applicativi e campi disciplinari per costruire un sistema di relazioni tra i contenuti.Verrà compilata una prima bibliografia di riferimento, definito un glossario condiviso, strutturata una piattaforma comunicativa intersede e formulati kit e format redazionali a disposizione di tutta la comunità coinvolta nella ricerca.Tali materiali verranno condivisi tra i partecipanti prevalentemente attraverso attività seminariali.Risultati attesi:- partecipazione all'organizzazione di un kit scientifico per l'avvio della ricerca- contributo alla redazione di un documento fondativo che tracci gli obiettivi e il quadro metodologico di riferimento e dettagli le fasi operative e i risultati attesi dalle stesse- partecipazione alla definizione di un glossario tematico e disciplinare- partecipazione alladefinizione di un quadro analitico che definisca il contesto scientifico di riferimento- partecipazione alladefinizione di un sistema di comunicazione della ricercaDurata: 7 mesiFase IINella II fase, l'unità di ricerca palermitana avvierà una disamina di casi studio nell'ambito dei beni culturali immateriali ed eventi (Festino di S. Rosalia di Palermo, Cous Cous Fest di S. Vito lo Capo TP, EuroChocolate di Modica RG, Sagra del Mandorlo in Fiore di Agrigento ecc.), tali da costituire esempi interessanti per la lettura di nuovi paradigmi di fruizione del patrimonio e per la definizione di nuovi modelli e linguaggi innovativi nell'ambito del patrimonio culturale immateriale.In questo senso, saranno attuate diverse mappature con l'obiettivo di restituire una fotografia dell'attuale scenario del sistema dei servizi, dei linguaggi, degli strumenti di comunicazione alla base del contesto in cui si sta operando.Tali mappature costituiranno il contesto entro cui indagare potenziali azioni di ricerca progettuale.I casi emblematici saranno individuati all'unità di recerca secondo i diversi ambiti disciplinari afferenti, creando delle categorie tematiche in relazione ai concetti in parte già enunciati precedentemente (archivi immateriali di cultura materiale, metalinguaggi delle nuove tecnologie, nuovi luoghi del sapere, luoghi virtuali della cultura vs fruizioni multimediali-immateriali nei luoghi tradizionali della cultura ecc.)Risultati attesi:- definizione, insieme alle altre unitò di ricerca, di un format metodologico per la redazione dei casi studio- selezione dei casi studio suddivisi in diverse categorie tematiche- individuazione di criteri, interpretativi e progettuali, per applicate concretamente a casi di valorizzazioni su realtà istituzionali sia di vecchia sia di nuova generazione (musei, archivi, siti...)- elaborazione di pratiche progettuali, in cui sia riconoscibile il ruolo del design dei beni culturali, per la definizione di scenari innovativi- val

Key findings

Altro
StatoFinito
Data di inizio/fine effettiva3/22/103/21/12