Correlazione tra il cortisolo salivare e i livelli d’ansia e depressione in un gruppo di lavoratori esposti ad attività lavorative stressanti

  • Tranchina, Giuseppe (PI)
  • TRANCHINA, Ernesto (CoI)
  • CIARAMITARO, Roberto (CoI)
  • VALSAVOIA, Rosaria (CoI)

    Progetto: Research project

    Dettagli progetto

    Description

    Oggi le tematiche riguardanti lo stress occupazionale stanno assumendo un rilievo sempre maggiore a causa dei cambiamenti che si stanno verificando nelle diverse tipologie lavorative. I turnisti notturni del settore della sanità (medici e paramedici) per le caratteristiche intrinseche del lavoro che svolgono possono più di altri andare incontro a disagio psico-fisico. Scopo del presente progetto sarà quello di studiare le strategie di coping, il grado e l’entità delle manifestazioni ansiose e depressive connessi allo stress lavorativo; sarà inoltre valutato, quale indicatore bioumorale dello stress, il profilo seriato del cortisolo salivare, ottenuto sia durante i giorni di lavoro che durante i giorni di riposo. Infine si cercheranno delle correlazioni tra parametri biologici e manifestazioni psicologiche e comportamentali dello stress.

    Layman's description

    Obiettivi

    Il protrarsi di una condizione di stress genera sintomi di reazione adattativa con correlati somatici e comportamentali che sviluppano nel tempo una condizione cronica di esaurimento delle capacità di adattamento con sviluppo di sintomi ansiosi e depressivi.
    Il campione sarà costituito da medici e paramedici che per la loro professione svolgono turni notturni e da un gruppo di controllo.
    Nel presente progetto verranno valutate le stretegie di coping prevalentemente utilizzate dal campione di studio, al fine di rilevare se queste risultano essere funzionali o piuttosto disfunzionali e disadattive.
    Verranno inoltre rilevati il grado e l’entità delle manifestazioni ansiose e depressive associate alla condizione di stress lavorativo.
    Infine, tali espressioni psicopatologiche espresse dai soggetti sottoposti a stress lavorativo verranno correlati ai livelli seriati di cortisolo salivare durante il turno di lavoro e a riposo al fine di individuare correlazioni tra correlati biologici dello stress e manifestazioni psicologiche e comportamentali.

    Metodologie

    Per la realizzazione dello studio è prevista la valutazione di indicatori psicologici e biologici correlati allo stress. Lo studio relativo ai meccanismi di fronteggiamento (cope with) dello stress prevede l’utilizzo del test COPE; mentre, per rilevare il grado di manifestazioni psicopatologiche di ansia e depressione ci si avvarrà delle seguenti Rating Scales: Hamilton Anxiety Rating Scale e Hamilton Depression Rating Scale.

    Test psicologici:
    Coping Orientation to Problem Experiences (COPE)
    È un test che consente di indagare le strategie di coping; tali strategie sono funzione della persona, della situazione e della percezione personale delle situazioni problematiche e scaturiscono dal modo in cui viene percepita la situazione stressante: controllabile e suscettibile di cambiamento vs. immodificabile.
    Lo strumento è composto da 60 item che fanno riferimento a 13 scale:
    cinque scale misurano il coping incentrato sul problema (problem-focused) in cui vengono intraprese azioni atte a riconcettualizzare o minimizzare gli effetti della situazione stressante;
    cinque scale misurano le strategie di coping incentrato sulle emozioni (emotion-focused), tese a ridurre l’emozione negativa generata dalla situazione stressante;
    tre scale esprimono il coping di evitamento (coping avoidant-focused) teso al “distanziamento” dalla situazione e all’evitamento delle problematiche

    HDRS (Hamilton Depression Rating Scale)
    La Scala HDRS si compone di 21 items e valuta, su scala likert, il grado delle espressioni connesse allo spettro depressivo quali: umore depresso, sentimenti di colpa, idee suicidarie, insonnia (iniziale, centrale e ritardata), perdita di interesse e riduzione delle capacità lavorative, rallentamento ideo-cognitivo, sensazioni di agitazione, ansia psichica (tensione e irritabilità soggettiva), ansia somatica, sintomi somatici gastrointestinali, cardiovascolari, respiratori e genitali; ipocondria (preoccupazione per la propria salute e polarizzazione sul corpo), perdita di peso; consapevolezza di malattia; depersonalizzazione, derealizzazione; sintomi paranoidei e ossessivo-compulsivi.

    HARS (Hamilton Anxiety Rating Scale)
    La Scala HARS si compone di 14 items e valuta, su scala likert, il grado di espressioni sintomatiche legate all’ansia, quali: ansia soggettiva, tensione, paure, insonnia; sintomi correlati alla sfera intellettiva, difficoltà di attenzione e concentrazione, riduzione della memoria; umore depresso; sintomi somatici a carico dell’apparato muscolare, degli organi di senso; sintomi cardiovascolari, respiratori, gastrointestinali e genito-urinari; sintomi a carico del SNA.
    Dosaggio del cortisolo salivare
    Verrà effettuato inoltre il dosaggio del cortisolo salivare mediante metodica ELISA (solid phase enzyme-linked immunosorbent assay). Saranno comparati i livelli di cortisolo dei gior
    StatoAttivo
    Data di inizio/fine effettiva1/1/07 → …

    Fingerprint

    Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.