CORRELATI NEURALI DEL RICONOSCIMENTO DI ESPRESSIONI FACCIALI: IMPLICAZIONI PER LA RIABILITAZIONE DI SOGGETTI AUTISTICI

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Description

VALUTARE IL RUOLO DEL CERVELLETTO NELL'IMITAZIONE AUTOMATICA ED INCONSAPEVOLE DI ESPRESSIONI FACCIALI DI GIOIA E RABBIA IN UN GRUPPO DI SOGGETTI VOLONTARI SANI, IN CONDIZIONI BASALI E DOPO APPLICAZIONE DI STIMOLAZIONE MAGNETICA TRANSCRANICA DEGLI EMISFERI CEREBELLARI DESTRO E SINISTRO

Layman's description

Considerando il numero crescente di dati che confermano il ruolo del cervelletto sia nelle funzioni affettive che nei processi imitativi, appare interessante indagare il suo coinvolgimento nell’elaborazione delle espressioni facciali. In particolare, obiettivo del presente studio è quello di valutare il ruolo del cervelletto nell’imitazione automatica ed inconsapevole di espressioni facciali di gioia e rabbia in un gruppo di soggetti volontari sani, in condizioni basali e dopo applicazione di stimolazione magnetica transcranica degli emisferi cerebellari destro e sinistro. Allo studio parteciperanno circa 30-45 soggetti adulti sani, destrimani. Saranno esclusi dallo studio i soggetti che presentino controindicazioni alla stimolazione magnetica transcranica, come epilessia, impianti metallici intracranici, pace-maker. Ai soggetti verranno presentati sullo schermo di un computer a 17" dei filmati di volti, che consistono in una sequenza di immagini che passano gradualmente da un’espressione neutra ad un’espressione di felicità o rabbia. Ogni filmato ritrae persone diverse. Tali filmati sono stati in precedenza "tarati" su un'ampia popolazione di soggetti sani dell'europa Occidentale. I soggetti "osservatori" saranno invitati a premere un tasto non appena avranno riconosciuto l’emozione evocata dal volto. Durante la presentazione dei filmati verrà inoltre misurata l’attività elettromiografica dei muscoli zigomatico e corrugatore sopracciliare e la conduttanza cutanea, espressione dell'attivazione del sistema vegetativo simpatico. Queste risposte verranno registrate tramite un sistema costituito da un preamplificatore e amplificatore collegati ad un computer provvisto di un software per l'analisi dei parametri elettromiografici. A tal fine, verranno utilizzate coppie di elettrodi di superficie posizionati sui muscoli selezionati e sul dorso e il palmo della mano destra. I parametri analizzati saranno dunque: 1) riconoscimento esplicito dell'emozione presentata nel filmato (accuratezza e tempi di riconoscimento); 2) ampiezza dell'attività elettromiografica dei muscoli zigomatico e corrugatore sopracciliare; 3) ampiezza della risposta di conduttanza cutanea dal palmo della mano. Due gruppi di soggetti saranno sottoposti al compito in condizione basale e dopo stimolazione magnetica transcranica (rTMS) dell’emisfero cerebellare sinistro (10-15 soggetti) e destro (10-15 soggetti). Un terzo gruppo di 10-15 soggetti sarà sottoposto al compito in condizioni basali e dopo rTMS di una regione di controllo corrispondente alla corteccia fronto-parietale, in sede mediana. Per ogni condizione sperimentale verranno presentati 10 filmati. Per la rTMS verrà utilizzato uno stimolatore ripetitivo MagStim SuperRapid, collegato ad un coil focale del diametro di 70 mm. La sede da stimolare verrà localizzata sullo scalpo di ciascun soggetto sulla base di punti di repere del cranio. In soggetti selezionati, la struttura stimolata sarà inoltre visualizzata utilizzando un sistema di neuronavigazione, che visualizza su immagini di risonanza magnetica nucleare il sito prescelto. La rTMS verrà applicata con treni alla frequenza di 1 Hz per una durata di 10 minuti (= 600 stimoli), ad un'intensità corrispondente al 90% della soglia di eccitabilità della corteccia motoria, definita secondo criteri standard della letteratura. Questa procedura è indolore e priva di effetti collaterali e consente di inibire l'eccitabilità della struttura stimolata per un periodo di 10 minuti successivi al treno di rTMS.
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/06 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.