CONTROLLO AMBIENTALE DELL'EDIFICIO CON SISTEMI PASSIVI TECNOLOGICAMENTE INTEGRATI

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Layman's description

Le mutate esigenze connesse all'evoluzione del concetto stesso di benessere ambientale richiedono una nuova coniugazione delle esperienze della tradizione costruttiva con le complessità dell'organizzazione tecnologica e socio-economica del mondo contemporaneo. L'edificio se da un lato è fortemente responsabile della dissipazione energetica, dall'altro ha il più grande potenziale per il risparmio energetico. Ciò si può esplicare attraverso un nuovo approccio che implica l'elaborazione di strategie progettuali possibili grazie allo sviluppo di tecniche applicative e la messa a punto di sempre più sofisticati strumenti di calcolo e di controllo. L'azione sinergica tra conoscenze scientifiche e moderne tecnologie costruttive ed informatiche può consentire, per diverse tipologie di edificio, di concepire sistemi ibridi applicando i principi che stanno alla base dei sistemi passivi attraverso possibili ed innovativi meccanismi di integrazione con i moderni impianti di climatizzazione. Il programma di ricerca sarà caratterizzato dallo studio e progettazione di sistemi di condizionamento passivo sia in regime stazionario che dinamico. Tale percorso sarà supportato da una caratterizzazione di modelli informatizzati e da verifiche in laboratorio per la simulazione delle condizioni atmosferiche e dei livelli di comfort ottenibili. Saranno messi a punto dei modelli di riferimento sui quali confrontare e tarare proposte progettuali capaci di rendere attuali i principi originali dei sistemi di climatizzazione passivi tradizionali. La modellazione sarà sviluppata con software di ultima generazione per il progetto ed il controllo di tutte le condizioni sia climatiche che parametriche anche in relazione alla normativa di riferimento vigente. In particolare la ricerca si articolerà in tre fasi: - una prima fase sarà caratterizzata dall'individuazione delle tipologie di quei sistemi passivi che hanno trovato impiego nell'architettura del passato e che oggi, per alcuni aspetti, sono stati rivalutati negli edifici di nuova generazione - una seconda nella quale si analizzeranno i processi fisici che regolano i fenomeni di raffrescamento naturale in casi studio emblematici, di ciascuna categoria, attraverso le attuali conoscenze teoriche e l'applicazione dei più evoluti strumenti informatici; - nella terza fase si procederà a verificare la possibilità di impiegare i suddetti sistemi per l'edilizia moderna con l'integrazione di impianti convenzionali tali da costituire sistemi ibridi non concepiti in parallelo ma tali da permettere un funzionamento che mantenga costanti i livelli di comfort ambientale richiesto con sensibili riduzioni di consumo energetico e di emissioni nocive. L'obiettivo delle tre fasi sarà quello di rendere l'edificio, ed alcune sue specifiche parti, elementi attivi in grado di provvedere automaticamente a trasformare le risorse ambientali esterne in sorgenti di energia per la climatizzazione interna.
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/12 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.