Dettagli progetto

Description

Il progetto prevede l'isolamento, la determinazione strutturale di metaboliti da fonti vegetali, scelte in funzione delle tipologie strutturali di composti che in letteratura risultano presenti in esse e saranno privilegiati gli endemismi con particolare riferimento a piante usate nella medicina tradizionale.Le ragioni appena descritte ci hanno portato a selezionare i generi Centaurea, Artemisia e Tanacetum per l'isolamento di sesquiterpeni; i generi Scutellaria e Atractylis per l'isolamento di diterpeni, specie del genere Helleborus verranno raccolte per l'isolamento di steroidi, il genere Bonannia e Tanacetum verranno indagati per la presenza di flavonoidi. E' stato osservato che le piante usate nella medicina tradizionale sono spesso usate per la cura di infiammazione e cancro, ed è stato dimostrato che alcuni metaboliti secondari, di cui circa cinquanta terpeni, possono intervenire nel modulare il fattore nucleare - kB, che regola l'infiammazione ed indirettamente il cancro. Per questa ragione concentreremo la nostra attenzione sull'influenza dei metaboliti isolati nella regolazione del fattore nucleare - kB.Le considerazioni sulle relazioni struttura-attività saranno ampliate con la preparazione di derivati sintetici. Dal momento che in letteratura è stato accertato che il doppio legame esociclico dei diterpeni kauranici è responsabile per l'inibizione del fattore nucleare - kB, ma che risultano essere fattori importanti anche la lipofilicità e la geometria molecolare, saranno preparati dei derivati dell'attrattiligenina dei quali si studierà l'attività. I risultati dovrebbero fornici utili indicazioni sui fattori molecolari che potrebbero influenzare le proprietà biologiche.Dal momento che per gran numero di composti fenolici è documentato il loro uso nella soppressione di processi infiammatori con conseguente prevenzione dello sviluppo del cancro sarà analizzata l'attività dei composti fenolici isolati dai generi sopraelencati ed inoltre, a partire dal resorcinolo saranno preparati derivati aromatici prenilati, strutturalmente analoghi a quelli isolati da Bonannia graeca (L.) Halácsy con lo scopo di verificare l'influenza della struttura sull'attività citotossica di questi prodotti.

Layman's description

Il progetto prevede l'isolamento, la determinazione strutturale di metaboliti da fonti vegetali, scelte in funzione delle tipologie strutturali che in letteratura risultano presenti in essi e saranno privilegiati gli endemismi con particolare riferimento a piante usate nella medicina tradizionale.Le ragioni appena descritte ci hanno portato a selezionare i generi Centaurea, Artemisia e Tanacetum per l'isolamento di sesquiterpeni, i generi Scutellaria e Atractylis per l'isolamento di diterpeni, specie del genera Helleborus verranno raccolte per l'isolamento di steroidi, il genere Bonannia e Tanacetum verranno indagati per la presenza di flavonoidi. Di tutte le piante verranno preparati gli estratti che verranno sottoposti alla valutazione dell'attività biologica e successivamente purificati per l'ottenimento dei metaboliti puri. La varietà di generi scelti per questo progetto ci permetterà di avere metaboliti con un' ampia varietà strutturale e quindi la valutazione struttura-attività sarà ampia e dettagliata. Inoltre è stato osservato che le piante usate nella medicina tradizionale sono spesso usate per la cura di infiammazione e cancro, ed è stato dimostrato che alcuni metaboliti secondari, di cui circa cinquanta terpeni, possono intervenire nel modulare il fattore nucleare - kB, che regola l'infiammazione ed indirettamente il cancro. Per questa ragione concentreremo la nostra attenzione sull'influenza dei metaboliti isolati nella regolazione del fattore nucleare - kB.La porzione strutturale lattonica a cui viene generalmente attribuita l'attività citotossica e di cui si è parlato nello stato dell'arte è presente in più della metà dei sesquiterpeni presenti nel Dizionario dei Prodotti Naturali. Degli 11000 sesquiterpeni elencati nel Dizionario dei Prodotti Naturali, 5000 contengono un gruppo lattonico. Mentre questa funzionalità è molto meno frequente negli altri terpeni.Per questa ragione particolare interesse verrà riservato ai sesquiterpeni, che rappresentano uno dei gruppi di composti naturali più grandi e biogeneticamente omogenei. Una ragione dell'elevato numero di prodotti naturali appartenenti a questa classe e la loro elevata varietà strutturale è legata probabilmente all'ampio spettro di proprietà biologiche. Non sorprende quindi che la famiglia di piante da cui i sesquiterpeni lattoni (STLs) vengono isolati, le Compositae, rappresenti la più grande ed ecologicamente variegata famiglia di piante. Molte attività biologiche dei sesquiterpeni più comuni sono note e il meccanismo con cui essi agiscono, l'addizione di Michael, è descritto ampiamente. Nonostante l'elevato numero di bioattività riportate per i STLs, molto sorprendentemente sono stati condotti solo un esiguo numero di studi sistematici sulle relazioni struttura-attività. Queste esigue informazioni sono responsabili dello scarso numero di sesquiterpeni lattoni usati in terapia come composti puri rispetto all'elevato numero di piante che contengono sesquiterpeni lattoni e che sono noti nella tradizione medica di molti paesi e che compaiono nella moderna fitoterapia.Inoltre affinchè una molecola sia un farmaco potenziale è necessario che le sue proprietà fisiochimiche siano buone tanto quanto quelle farmacocinetiche. Molti dei prodotti che risultano avere promettenti proprietà in vitro vengono abbandonate per le scarse caratteristiche farmacocinetiche. Le proprietà farmacocinetiche possono essere valutate in funzione di una serie di parametri. Probabilmente ad oggi i parametri più noti sono condensati nella Regola dei cinque di Lipinsky. E' abbastanza interessante sco

Key findings

Salute
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/09 → …