Clementia Caesaris. Modelli etici, strategie argomentative, retorica dell’esilio nella relazione tra diseguali

Progetto: Research project

Dettagli progetto

Description

In età tardo repubblicana la cultura romana elabora attorno al tema della clementia schemi di rappresentazione che intervengono a modificare e a riscrivere i modelli etici tradizionali, a creare nuove strategie per l’argomentazione nel discorso politico e parenetico, a valorizzare in senso paradigmatico la condizione dell’esiliato. Questa ricerca si propone di indagare le modalità in cui attraverso tali schemi rappresentativi la società romana prova a organizzare i dati del cambiamento che la attraversa nel trapasso dalla repubblica al principato.

Layman's description

A partire dalla "Pro Marcello" Cicerone compie uno sforzo formidabile per elaborare in termini “modellizzanti” i comportamenti di Cesare vincitore nella guerra civile e definire i principi che hanno guidato le azioni e le scelte dei vinti. La rappresentazione culturale che sembra meglio piegarsi ad accogliere le novità prodotte da una relazione di profonda diseguaglianza fra il nuovo governante e i governati è quella del 'beneficium'. Cesare adotta la pratica del perdono dei suoi avversari sconfitti e indossa la maschera etico-sociale del benefattore. Ma lo schema relazionale benefattore/beneficato può esprimere il rapporto vincitore/vinti senza snaturarsi? Nella relazione Cesare/Marcello i due interpretano davvero le parti del benefattore e del beneficato? Lo sforzo di Cicerone deve certo fare i conti con la prassi romana del beneficium. Si può indagare in questa direzione prima passando in rassegna i modelli di relazione che Cicerone elabora nel de officiis; poi analizzando i punti in cui il de beneficiis di Seneca prova a rispondere all’urgenza di conferire spessore etico alla pratica della relazione fra diseguali. Questa duplice pista di ricerca si interseca con l’indagine che va compiuta sul concetto di clementia nelle fonti della propaganda cesariana, nelle orazioni “cesariane” stesse e nella letteratura d’età imperiale. L’indagine sulla clementia come programma politico impone infatti lo studio di alcuni suoi temi fondanti: il tema della victoria e i meccanismi di legittimazione del potere, il tema dell’error, ossia della difesa e della revisione del passato, il tema della laus. Attraverso queste tre linee di ricerca sarà avviata un’analisi e un’interpretazione complessive dei meccanismi di persuasione che spingono il discorso oratorio in direzione del panegirico. Infine, un ulteriore percorso di ricerca sarà sviluppato a partire dalla Pro Marcello, la prima orazione pronunziata in pubblico da Cicerone di ritorno dall’esilio. In tal senso, sarà opportuno ricostruire la rappresentazione dell’esilio che si cela dietro le parole della gratiarum actio. Verranno prese in esame anche le epistole che Cicerone scrive dall’esilio ai suoi amici e parenti e, segnatamente, quelle indirizzate a Marcello per convincerlo ad accettare il perdono di Cesare. Saranno inoltre prese in considerazione le rappresentazioni di tale esperienza presenti nei Tristia di Ovidio e nelle Consolationes di Seneca. L’analisi comparata delle strategie testuali dei tre autori permetterà di investigare sulle varianti strutturali della rappresentazione dell’esilio e sulle ragioni profonde di tali differenze. In definitiva, l’indagine mira alla ricostruzione degli schemi culturali che fondano il paradigma della clementia Caesaris in tre ambiti privilegiati:

1. la persuasione attraverso l’elogio

2. lo schema benefattore/beneficati nella relazione vincitore/vinti

3. l’esilio: la perdita del ruolo e la ricostruzione dell’identità
Le metodologie di cui si avvarrà questa ricerca saranno quelle di natura linguistica, retorica, storico-letteraria, supportate da strategie di analisi di tipo antropologico e sociologico. Un interessante apporto sarà inoltre offerto dalle strategie di analisi del testo proprie della pragmatica della comunicazione.
StatoAttivo
Data di inizio/fine effettiva1/1/04 → …

Fingerprint

Esplora i temi di ricerca toccati da questo progetto. Queste etichette sono generate sulla base dei riconoscimenti/sovvenzioni sottostanti. Insieme formano una fingerprint unica.